Categorie
Eventi Scolastici

I Dirigenti Scolastici Vietano il Circo ai Bambini: “Non è Educativo Vedere Animali Sottomessi”


Sicuramente far conoscere le varie specie animali ai bambini può essere senza ombra di dubbio un’importante esperienza formativa, ma lo è anche assistere agli spettacoli circensi che prevedono nei loro numeri l’esibizione di animali opportunamente addestrati?

All’inizio del mese di Marzo alcune scuole di Torino avrebbero rifiutato degli ingressi gratuiti offerti da un’organizzazione circense. Il motivo appare chiaro: l’istituto non era intenzionato a far assistere ai bambini uno spettacolo dove gli animali fossero costretti e sottomessi. Ma riguardo a questa vicenda si hanno ora ulteriori sviluppi.

circo

Il circo, oltre al rifiuto delle scuole di Torino, ora ha anche il dissenso in Toscana, più precisamente a Lucca dove una delibera blocca lo svolgimento di spettacoli viaggianti o circensi che prevedano l’uso di animali. Il circo Medrano gestito da Leonida srl ha fatto ricorso contro questa delibera, ma la sentenza del Tar della Toscana l’ha rigettato.

L’associazione animalisti italiani ha dichiarato che questa è in assoluto la prima volta che in Italia un tribunale ha rigettato il ricorso di un circo, l’associazione è quindi senza ombra di dubbio soddisfatta di come si è evoluta la vicenda.


Per il Tar è stato inammissibile il ricorso. L’attività circense sarebbe svolta al piazzale don Baroni di Lucca e sarebbe iniziata il 22 Marzo per poi concludersi il 2 di Aprile. Con la decisione del Tar invece viene confermata la delibera di giunta del 21 Febbraio 2017. Inoltre la società Leonida srl dovrà pagare 2.000€ per le spese legali.

Claudia Corsini, dell’associazione Animalisti Italiani, ha commentato quanto accaduto: “Oggi per tutti noi è una giornata memorabile: mai in Italia si era riusciti a far rispettare una delibera comunale in cui era previsto il divieto di attendamento da parte di circhi che utilizzano animali al loro interno. Sempre più persone sanno che gli animali sono essere senzienti, in grado di amare e di soffrire, proprio come noi. Ci sono poi importanti studi psicologici che dimostrano come il circo comprometta la crescita dei bambini poiché abitua alla sopraffazione. È fondamentale che i genitori e le scuole spieghino cosa c’è dietro questo falso divertimento”.

16 risposte su “I Dirigenti Scolastici Vietano il Circo ai Bambini: “Non è Educativo Vedere Animali Sottomessi””

Il circo ha vinto a tar per la presenza degli animali ma il comune ha fatto ricorso per una situazione temporanea in quanto ai margini del piazzale ci sta il mercato settimanale dove i cani cagano da per tutto ma per il comune il circo è questione di sanità. È una cosa temporanea e io farei ricorso perché il comune per legge doveva avere un piazzale idoneo per ospitare il circo. L’estremismo nazianimalista amche se sono in pocchi si fanno sentire. In questo modo sono stati danneggiati soprattuto gli animali perché non esibendosi entrano in stato di stress perché le esibizioni sono dei stimoli molto positivi. Per me gli aguzzini e i veri maltrattatori sono propio queste associazioni che vivono grazie agli animali senza pagare le tasse in quanto sono Onlus

Ah, certo, l’esibizione degli animali sarebbe per loro uno stimolo positivo? si si… gliel’ha bisbigliato all’orecchio proprio l’orso della foto, ridicolizzato e tenuto in cattività. Ma non ha mai visto come vengono “addestrati”? i maltrattamenti che devono subire? per favore apra gli occhi che il mondo sta girando. L’abuso degli animali nel 2018 è vergognoso, una cosa da trogloditi. E solo chi non ha empatia per gli esseri viventi (terrestri come noi, cha hanno diritto di vivere sullo stesso pianeta con noi) può divertirsi a vedere questi cosiddetti spettacoli pietosi.

Quali sarebbero gli studi psicologici che, secondo la signora Claudia Corsini, dimostrerebbero che “il circo compromette la crescita dei bambini?
Quando sono stati fatti? E in quali circhi?

Ah questo sarebbe uno studio?
Questo è semplicemente il parere di persone piene di pregiudizi che del circo non sanno assolutamente nulla.
Uno studio caro signor Andrea Garpardo é un’altra cosa!
Questi signori uno studio non l’hanno proprio fatto se è questo quello che scrivono!!!
Quindi direi che sarebbe il caso di evitare di propinare disinformazione alla gente per bene.

1. Gli animali non sono costretti!
2. Utilizzate un’immagine non della realtà italiana ed europea.
3. Il rigetto del Tar è dovuto ad un cavillo che con gli animali non ha nulla a che fare.
Vi rendete conto che state facendo una propaganda completamente distorta di ciò che è il circo al giorno d’oggi?
Sui pregiudizi. Vi basate solo e soltanto su pregiudizi e ideologie senza conoscere.

“Gli animali non sono costretti” dichiara la sig.ra Emanuela: ma abbiamo tutti gli occhi per vedere (e per piangere) se sono costretti o no: e lo sono. A una vita da schiavi. Il circo con animali è una crudeltà anacronistica, una cosa di cui vergognarsi. Ci sono mille altri modi di fare il circo: si faccia con le abilità umane! senza far soffrire creature innocenti che non si possono difendere.

Il Cirque du soleil non ha mai preso le distanze dall’uso degli animali in altri circhi, anzi.
Per loro il fatto di non sfruttare animali è solo una delle opzioni possibili.

Perche voi adesso come adesso sapete educare i vostri figli???
Con il compiuter telefonini e cartoni animati che fanno schifo e pietosi non insegnano niete
Non sanno piu cosa vuol dire giocare non li portate piu al parco o a fare una passeggiata ingnoranti
Non avete piu un rapporto di comunicazione in famiglia
Noi al circo siamo una grande famiglia e i nostri figli sono piu sani dei vostri
E diventato un bisness per voi che vi grattate le p…. E tutto il giorno
Guardate invece che prima o poi anche voi italiani
Ve lo metteranno in quel posto per tutto quello che anno fatto entrare con i barconi preoccupatevi che i vostri figli
Non li succedano cose brutte per strada che non e piu sicura
Andate e tiratevi su le maniche e aiutate a ricostuire le case alle persone teremotate e dove c erano gli animalisti quando tanti animali sono stati sotto le macerie
Loro la lav prende tanti soldi e con i soldi si fanno le case e si comprano le macchine nuove siete voi un bisness
Il circo e cultura e arte e il lavoro piu vecchio nella storia
L animale a sempre lavorato con l uomo
Per quello è l amico piu fedele
Non c è scritto da nessuna parte che non deve lavorare con l uomo nemmeno nella Bibbia
Voi animalisti e tutti quelli che gli andate tietro siete delle sette sataniche dovreste andare in giro nudi
Perche tutto quello che indossate giacche scarpe maglioni di lana borse di vitelli. Ecc non li dovestre indossare
Smettetela di rompere alle persone che lavorano
Avete solo da imparare da quelli de Circo

Sembra uscita dal medioevo! ma si rende conto di quello che scrive? ahahahah guardi, a una che NON-ragiona così non so nemmeno cosa rispondere. Non c’è scritto nella Bibbia e quindi si può fare. Perché la Bibbia è la sacrosanta verità, giusto? Già da qui si può capire il substrato culturale che le appartiene. Addio a lei, ai circhi e a tutta la sofferenza che causate.

Nel circo dell’antico impero romano (circo massimo-colosseo) gli animali soffrivano per la cattura e la prigionia ma poi almeno si mangiavano il gladiatore, ed era una soddisfazione, per l’animale e per il pubblico: neppure a me piace vedere gli orsi vestiti da pagliaccio e gli scimpanzé da bambini degli anni 50, ma se venissero proposti per la loro bravura innata nel fare quello che a noi non riesce, capriole equilibrismi, invece di venire addestrati ad imitare umani malriusciti e patetici, non avrei nulla da ridire. Sono animali domestici, alla stregua di cani, criceti, pappagalli e cavalli, nati in cattività da generazioni e del tutto incapaci di sopravvivere senza l’uomo e per queste creature, l’affetto degli umani, che sia una famiglia, un allevatore o un circo, è l’unica ragione di vita. La sola alternativa possibile attendendo la loro estinzione è la prigionia d’uno zoo fine a se stesso! Poi siamo sicuri che cani, gatti, cavalli e criceti meritino l’estinzione solo perché non hanno più nulla di selvatico? Un conto è andare a rubare tigri in India per addomesticarle e soggiogarle, un altro è acquistare elefanti già soggiogati che in India fanno i lavori dei veicoli di cantiere, per venirsi a divertire divertendo in un circo moderno ed intelligente. Spesso l’animalismo è un partito preso demagogico e qualunquistico degno di governare anche lui in questo paese di mentecatti.

Io insegno in una scuola primaria statale ed è assolutamente illegittimo un preside possa vietare una visita al circo. Le uscite didattiche devono essere deliberate dai consigli di classe a maggioranza.
Se io decido di portare i miei alunni al circo, elencherò le mie motivazioni didattiche e voglio vedere con quale diritto mi si può dire che non sono valide.
Sul circo e gli animali ci sono troppi pregiudizi. Anche in questo articolo avete utilizzato immagini stereotipate che non riguardano circhi italiani.
Gli animali da diverso tempo non vengono più agghindati in questo modo per rispettarne la loro dignità (al contrario di come fanno molte signore coi loro cani) e vengono effettuati solo esercizi compatibili con la natura dell’animale.
Ci sono importanti studi veterinari internazioni, che affermano gli animali nel circo non siano assolutamente sfruttati, nè subiscono stress alcuno. (Si fanno i test del cortisone per questo).
Mi meraviglio che degli insegnanti non vadano oltre le apparenze, nè si documentino prima di fare determinate affermazioni.
Rispetto le persone che non amano il circo con gli animali. E’ assolutamente legittimo. Non lo è diffamare una categoria di lavoratori in nome di una propria presunta idea.

Dunque cercherò di rispondere in modo da non offendere nessuno:
1 il circo è una pratica obsoleta dove si costringono gli animali, anche sotto frustate e torture, ad eseguire azioni per divertire il pubblico;
2 non è diffamare un’attività se l’attività stessa sfruttando gli animali si pone nella situazione di dover essere eliminata;
3 il Preside è il PRESIDE quindi può legittimamente disporre di non portare bambini a vedere degli animali sottomessi;
4 sono nati in cattività e senza l’uomo non resisterebbero logico. Se però chiudessimo i circhi e gli animali ricominciassero a nascere nei loro habitat ecco che questa sarebbe una valida alternativa.
Ragazzi siamo nel 2018 evolvetevi.
P. S. Queste non sono domande ma un dato di fatto quindi per le risposte ANCHE NO.

Lascia un commento