Condividi

Appena divenuta preside dell’istituto comprensivo di Prata (Pordenone), Giuliana De Simone ha dato le dimissioni dall’incarico.

Dirigente Scolastico Rinuncia all'Incarico

Secondo la normativa ritornerà ad essere una docente in Molise. Mario Bellomo della Flc Cgil ha spiegato: “La neodirigente ha constatato la situazione di sottorganico nella segreteria amministrativa e ha rinunciato alla dirigenza a Prata. La situazione al comprensivo si annuncia drammatica. Speriamo che il ministero proceda alla nomina di un altro dirigente vincitore di concorso”.

La De Simone ha rinunciato nonostante l’allettante stipendio di 3.500 euro mensili, e non è l’unica in quella scuola, visto che anche il direttore dei servizi amministrativi è latitante. “Il direttore amministrativo è in congedo biennale. Il personale è al minimo storico, siamo di fronte a un’emergenza”, comunicano dall’istituto.

E’ dal 2012, anno in cui andò in pensione la preside Gonda Gastaldello, che la scuola non ha un dirigente fisso. Bellomo ribadisce: “Siamo pronti alla mobilitazione anche per potenziare l’organico dei collaboratori. Servono risorse per assicurare la sicurezza e la sorveglianza nei plessi, nonché amministrativi in segreteria.” Il nuovo anno quindi non sarà facile. “A rischio è la regolarità dei contratti per i supplenti e il pagamento dei salari, c’è urgenza di trovare un reggente di segreteria e un dirigente. Vuoto nella segreteria di titolari e ci sono pochi ausiliari ogni. L’istituto comprensivo di Prata non ha continuità gestionale amministrativa da anni”.

19 nuovi dirigenti scolastici intanto sono stati nominati per tamponare la situazione negli istituti della Bassa e della Pedemontana. Bellomo afferma che lo scorso anno a Prata si diedero il cambio due dirigenti. Ci auguriamo che quest’anno la situazione si stabilizzi.