Condividi

Vittoria Bellini, studentessa 19enne di Certosa, è andata a dormire ma non si è più svegliata. La procura di Genova ha aperto un’inchiesta per far luce sulla sua drammatica morte.

Vittoria Bellini

Da qualche giorno la ragazza aveva mal di gola e proprio per questo aveva fatto dei controlli. Poche ore fa sono arrivati i risultati, da cui emerge che Vittoria aveva un’infezione da stafilococco. Secondo il Secolo XIX per sapere se il decesso è stato causato dal batterio bisognerà attendere l’autopsia. L’esito è arrivato comunque troppo tardi.

Vittoria la scorsa estate si era diplomata al liceo classico Colombo. E’ stato il padre Marco, dipendente dell’Amt, a ritrovarla senza vita a letto, nel loro appartamento di via Mansueto, a Rivarolo. L’uomo, che stava per recarsi al lavoro, ha avvertito i suoi colleghi.

La magistratura, nella persona del sostituto Fabrizio Givri, ha aperto un fascicolo e già in mattinata dovrebbe affidare ad un medico legale l’incarico di effettuare l’autopsia. La ragazza non soffriva di particolari patologie, ma quel mal di gola che aveva da giorni era forse un campanello d’allarme per qualcosa di serio.