Condividi

Aveva appena partecipato agli allenamenti con la sua sua squadra di calcio, quando si è accasciato ed è stato trasportato in ospedale. Purtroppo è poi morto nella tarda serata di ieri. Protagonista della tragedia è Rendy Tamaku Mbunga, 14enne di Conselice, in provincia di Ravenna.

Rendy Tamaku Mbunga

Come riportato dal Resto del Carlino, il ragazzo si è accasciato vicino a una fontanella adiacente al campo sportivo dove si era allenato con la squadra di calcio degli allievi di Voltana. Subito gli operatori del 118 hanno effettuato le manovre di emergenza per tentare di rianimarlo e lo hanno quindi portato a Lugo, in ospedale. Il personale medico però purtroppo non ha potuto far nulla per salvarlo.

Nella tarda serata è morto molto probabilmente per un problema cardiaco. In ospedale erano subito giunti anche i genitori del ragazzo, un dirigente della scuola Calcio e il comandante della stazione carabinieri di Voltana. I quotidiani locali, nel ricostruire l’accaduto, hanno dichiarato che il ragazzo, che giocava in difesa, nel pomeriggio si era allenato con la sua squadra senza problemi. Dopo la doccia pare si sia spostato verso una fontana che si trova a pochi metri dagli spogliatoi e lì avrebbe cominciato a star male.

I compagni hanno raccontato quei momenti, dicendo che il ragazzo non ha comunque subito perso conoscenza. Intanto un dirigente ha dato l’allarme al 118 che è subito giunto sul posto con un’ambulanza, ma da una prima valutazione delle condizioni del 14enne, ha optato per la richiesta di un mezzo di soccorso avanzato con medico rianimatore a bordo. Purtroppo però già conosciamo il triste epilogo della storia.