Condividi

Si è introdotto illegalmente sulla piattaforma “Collabora” mentre alcuni bambini della primaria stavano facendo una lezione on line e si è masturbato davanti a loro.

E’ accaduto a Maglie (Lecce), protagonista un uomo ora ricercato dalla polizia postale dietro denuncia della dirigente scolastica.

Da quando è entrata in vigore la didattica on line dovuta all’emergenza coronavirus, non è la prima volta che ci sono tentativi di hackeraggio sui dispositivi, tanto che si è resa necessaria la registrazione da parte degli utenti con i dati forniti dagli istituti.

Le forze dell’ordine sono al lavoro per rintracciare il responsabile.