Condividi

Quando si è adolescenti si vive un periodo tutto particolare. È quel periodo in cui si affronta tutto con estrema leggerezza, dove non hanno importanza i gesti fatti perché le conseguenze non vengono minimamente considerate.

È proprio in questo periodo della vita che si tende a commettere quelle che vengono definite, in maniera spesso riduttiva, della “bravate”. Una di queste è avvenuta all’interno di un Liceo Classico di Carbonia, il Gramsi Amaldi, dove due studenti hanno deciso di impossessarsi di uno spray al peperoncino.

Lo spray è stato sottratto ad una studentessa che era autorizzata a detenerlo ma non in ambito scolastico. Una volta preso, lo spray è stato utilizzato in classe. Il suo utilizzo ha causato un malore alla docente presente in aula che, probabilmente, ha accusato anche una crisi allergica.

Insegnante Sviene in Classe

La docente dunque è caduta battendo la testa. È stata in seguito ricoverata in ospedale ma, fortunatamente, dimessa poche ore dopo. Oltre all’insegnante, anche diversi studenti hanno avuto difficoltà respiratorie e altre tipologie di malesseri.

I due studenti al momento sono stati sospesi per due settimane con l’obbligo di frequenza. Risulta davvero difficile credere come, a distanza di così pochi mesi dalla vicenda della Discoteca La Lanterna Azzurra, alcuni ragazzi continuino ad utilizzare lo spray urticante in situazioni che non ne richiedono l’utilizzo.

È bene ricordare che all’interno della discoteca di Corinaldo hanno perso la vita 6 persone che si sono recate nel locale per passare una serata all’insegna del divertimento assistendo ad un concerto del Trapper Sfera Ebbasta.