Condividi

Lo studio è indubbiamente importante: aumenta le conoscenze, le consolida, ci rende persone preparate ed in grado di inserirsi correttamente in ambito lavorativo.

La radicale Emma Bonino ha tenuto un intervento presso l’Aula Magna della Bocconi in occasione della conferenza “Europa: miraggio o realtà”, in cui ha rimarcato l’importanza dello studio, aggiungendoci però qualche frecciatina politica.

Se studi sei più forte per resistere alle bufale di Salvini e compagnia bella. Sai dirgli esattamente che la divisione dei poteri è alla base della democrazia. La conoscenza è un’arma di difesa, un’arma democratica”.

Emma Bonino ai Giovani

Emma Bonino dunque ha proseguito l’intervento ritenendosi seriamente preoccupata riguardo le ultime vicende che sono state al centro dell’attenzione mediatica, in particolare fa riferimento al caso delle mense di Lodi e all’attacco del comico Beppe Grillo nei confronti del Capo di Stato.

Un episodio in sé può sembrare sminuito ma se li metterete tutti insieme è allarmante. La signora per bene che non si fa visitare dal ginecologo perché è nero, ed è una signora del ricco nord, credo debba allarmare tutti quanti”. E quindi aggiunge: “Come già accaduto l’assalto alla legalità porta con se sempre la ricomparsa dei fantasmi del nazionalismo e razzismo, accompagnato da bullismo tribale e di stampo squadrista. Non sono quattro chiacchiere al bar ma sono le istituzioni stesse”.

Prosegue incitando la platea, esortandoli a non rimanere paralizzati dalla paura ma a reagire e ad accettare le opportunità che si pareranno durante la vita dei ragazzi per poter costruire un futuro migliore. Conclude quindi con un’esortazione all’indirizzo del giovane pubblico: “Non c’è nulla di peggio che starsene con le mani in mano. Qualche impegno in più vi farà bene. Occupatevi di quello che volete, ma fatelo, smettetela di brontolare e delegare ai vecchi come me. Tiriamoci su le maniche.