Condividi

La colazione è il pasto più importante della nostra giornata. Quando ci svegliamo dopo avere dormito il nostro corpo richiede energia per iniziare la giornata e reintegrare le energie utilizzate per le attività notturne.

Una buona colazione permette di arrivare al pranzo senza essere affamati e riesce a farci sentire sempre scattanti e pieni di energia, viceversa, avere la pessima abitudine di saltare la prima colazione avrà come unico risultato quello di arrivare affamati a pranzo (pessima cosa dal punto di vista nutrizionale) e di sentirci fiacchi in poco tempo.

Fare Colazione

Una recente ricerca dell’Università di Cardiff ha dimostrato che i bambini che fanno colazione prima di andare a scuola riescono ad ottenere dei voti almeno 2 volte maggiori rispetto ai bambini che si recano a scuola senza avere fatto colazione. Questi bambini sono molto più reattivi, riescono a imparare più velocemente tutti i concetti e hanno una maggiore capacità di concentrarsi sulle lezioni.

I dati raccolti hanno evidenziato che quasi tutti i bambini italiani fanno colazione prima di andare a scuola. Solamente il 6% del campione fa colazione solamente 3-4 giorni a settimana.

Le mamme intervistate hanno dichiarato di variare spesso la colazione per i loro figli, per adattarla alla stagione, alle diete e per non renderla mai noiosa. Di solito la colazione è composta da biscotti, torte fatte in casa o industriali e yogurt. La frutta non è ancora molto diffusa nelle colazioni italiane, il numero emerso dalla ricerca si attesta al 18%.

I nutrizionisti raccomandano di fare colazione, ma allo stesso tempo di non esagerare (si otterrebbe l’effetto opposto). La colazione deve essere proporzionale al fabbisogno energetico del bambino, e una colazione composta da 400 calorie è perfetta per la scuola.

Per raggiungere queste calorie sono sufficienti pane e marmellata (miele in alternativa), qualche biscotto ai cereali, yogurt senza zucchero, e spremuta d’arancia o kiwi. I nutrizionisti cercano di incentivare l’inserimento della frutta nella colazione. Anche una semplice spremuta ha preziose proprietà nutrizionali e si rivela un prezioso alleato per il benessere dei nostri figli.

Con lo sviluppo dei bambini è necessario aumentare progressivamente le calorie apportate con la prima colazione. Di solito si consiglia una colazione di 500/600 calorie per i bambini tra 11 anni fino ad arrivare ai ragazzi di 18 anni. Queste cifre sono chiaramente teoriche e non tengono conto delle esigenze individuali di ogni persona, ma sono sicuramente una prima base su cui poter costruire un dibattito e evidenziare i grandi benefici della prima colazione.

Quindi è molto meglio svegliarsi qualche minuto prima e fare una buona colazione assieme ai vostri figli, piuttosto che dormire fino a tardi e poi essere spossati e senza energie a metà mattina. La colazione non deve mai essere saltata e questa ricerca è la prova definitiva per sottolineare l’importanza di una buona prima colazione.

Trasformate la colazione in un momento di contatto con i figli, parlando della giornata da affrontare e scambiandovi consigli, questo rito diventerà immediato e tutti ne trarranno un grande beneficio, in primis i vostri figli.