Condividi

Nella regione russa Oblast di Chelyabinsk, nella città di Zlatoust, è avvenuta purtroppo una tristissima tragedia casalinga, riportata anche dal Sun. Un bimbo di appena un mese era stato adagiato nella culla dalla mamma e lì lasciato a dormire; il gatto domestico ha deciso di andare a fare il suo pisolino proprio nella culla con il bambino e si è accoccolato vicino al suo viso, impedendogli però di respirare.

gatto

Ovviamente non appena la mamma ha visto il gatto nella culla lo ha subito scacciato, ma era già troppo tardi. La donna ha provato a rianimare il piccolo, ma purtroppo non c’era più nulla da fare. La donna ha portato subito il figlioletto in ospedale ed è stata allertata la polizia.

Le indagini non sono ancora completate, ma sembra proprio che la causa del decesso sia proprio il gatto. La disgrazia ha naturalmente sconvolto l’intera comunità locale e, come è facile immaginare, ha acceso la diatriba tra chi critica la presenza di animali in casa e chi invece dà la responsabilità dell’accaduto alla mamma, portando avanti l’ipotesi che stia usando l’animale come capro espiatorio di un delitto.

Un utente parla infatti così della vicenda: “Cosa stava facendo nel frattempo? Dubito che la colpa sia del gatto, penso che sia successo per colpa sua, ma ora se la prende col gatto“.