Condividi

Il bullismo, come ripetuto più volte in questa sede, è un fenomeno difficilmente arginabile. Le vittime possono essere le più disparate e possono essere colpite per qualsiasi motivo. Solitamente vengono presi di mira gli individui percepiti come più deboli, questo perché viene ritenuto più semplice sottometterle.

Il bullismo ovviamente si è evoluto e non è più rappresentato solo dal ragazzo belloccio che prende di mira il “secchione”. Ormai il bullo è una figura concettualmente diversa che può  prendere di mira chiunque, sia  nel mondo reale che in quello virtuale.

Sempre più diffuso infatti il fenomeno del Cyberbullismo che trova ampio spazio nelle “piazze virtuali” dei social più rinomati. Come detto in precedenza, il bullismo può colpire chiunque, qualunque sia lo stato sociale di appartenenza.

Sonia Bruganelli, moglie del famoso conduttore Paolo Bonolis, ha raccontato la sua esperienza, spiegando come uno dei suoi figli abbia subito il bullismo. La donna è stata più volte aspramente criticata sul Web a causa dei post da lei pubblicati.

Figlio di Paolo Bonolis Bullizzato

Sonia infatti più volte ha postato immagini che la ritraggono in situazioni considerate di lusso. Probabilmente per invidia è stata dunque criticata. Purtroppo questo è uno di quei casi in cui le fantomatiche colpe dei genitori ricadono sui figli.

Racconta: «Non rinnego nulla, ma voglio che i ragazzi vivano serenamente senza correre il rischio che qualcuno li accusi o disturbi per via del mio comportamento». Dunque prosegue: «Ora, fortunatamente, la situazione è tornata alla normalità, ma questo odio sociale mi ha fatto riflettere molto».

Fa male pensare che Bruganelli sia arrivata a cambiare scuola al proprio figlio per poterlo salvare da questa situazione che ormai stava sfuggendo di mano. Va dunque ribadito che occorra più sensibilizzazione sul fenomeno del bullismo e sulle modalità con cui è possibile arginarlo.