Condividi

Ieri sera è andata in onda la prima serata del Festival di Sanremo 2019, con la direzione artistica ancora una volta di Claudio Baglioni, conduttore con Claudio Bisio e Virginia Raffaele. Si sono esibiti tutti i 24 cantanti in gara e da oggi quindi tutte le canzoni si potranno ascoltare in streaming o alla radio.

Uno dei brani che ha avuto maggior successo è stato quello di Simone Cristicchi, “Abbi cura di me“. Il cantante già nel 2007 vinse la gara con la canzone “Ti regalerò una rosa“, aggiudicandosi anche il “Premio della Critica Mia Martini” e il Premio Sala Stampa Radio-Tv. Il brano di quest’anno ha destato molto interesse per il testo, lungo e denso di parole. Lo stesso Cristicchi l’ha definito “una preghiera d’Amore universale“.

abbi cura di me

Il cantante spiega: “Nei versi della canzone, ricorre il tema millenario dell’accettazione, della fiducia, dell’abbandonarsi all’altro da sé, che sia esso un compagno, un padre, una madre, un figlio o Dio. Nelle mie intenzioni, questo brano vuole essere una preghiera d’Amore universale, una dichiarazione di fragilità, una disarmante richiesta d’aiuto“. L’amore è protagonista, come recita il testo: “L’amore è l’unica strada, è l’unico motore, è la scintilla divina che custodisci nel cuore, tu non cercare la felicità semmai proteggila“.

Il ritornello ha colpito gli spettatori e ha sottolineato ciò di cui il brano parla: “Abbracciami se avrai paura di cadere che nonostante tutto noi siamo ancora insieme. Abbi cura di me qualunque strada sceglierai, amore, abbi cura di me, abbi cura di me“. Il prossimo 8 febbraio uscirà un album che conterrà i maggiori successi di Cristicchi: un Best of in cui, oltre ai brani più noti del cantautore romano, potremo ascoltare due inediti tra cui “Abbi cura di me”. La canzone è stata scritta da Cristicchi insieme a Nicola Brunialti e Gabriele Ortenzi con la produzione artistica di Francesco Musacco ed esecutiva di Francesco Migliacci.

Ecco il testo di “Abbi cuore di te”

Adesso chiudi dolcemente gli occhi

E stammi ad ascoltare

Sono solo quattro accordi ed un pugno di parole

Più che perle di saggezza sono sassi di miniera

Che ho scavato a fondo a mani nude in una vita intera

Non cercare un senso a tutto

Perché tutto ha senso

Anche in un chicco di grano si nasconde l’universo

Perché la natura è un libro di parole misteriose

Dove niente è più grande delle piccole cose

È il fiore tra l’asfalto

Lo spettacolo del firmamento

È l’orchestra delle foglie che vibrano al vento

È la legna che brucia che scalda e torna cenere

La vita è l’unico miracolo a cui non puoi non credere

Perché tutto è un miracolo tutto quello che vedi

E non esiste un altro giorno che sia uguale a ieri

Tu allora vivilo adesso

Come se fosse l’ultimo

E dai valore ad ogni singolo attimo

Ti immagini se cominciassimo a volare

Tra le montagne e il mare

Dimmi dove vorresti andare

Abbracciami se avrò paura di cadere

Che siamo in equilibrio

Sulla parola insieme

Abbi cura di me

Abbi cura di me