Condividi

La questione ambientale, soprattutto negli ultimi mesi, è diventata particolarmente sentita da tutta la popolazione italiana. La maggior sensibilizzazione su questo particolare argomento ha fatto in modo che la gente fosse più attenta ed informata.

Proprio in virtù di ciò, sono iniziate importanti manifestazioni di denuncia nei confronti del cambiamento climatico. Era inevitabile dunque che nascessero veri e propri inni da cantare a squarciagola durante questi eventi.

La nota canzone della Resistenza Italiana “Bella Ciao” è stata riadattata per questo scopo. L’inno ha accompagnato tutti i cortei studenteschi che hanno sfilato in 150 paesi.

Inno della Protesta per il Clima
immagine di repertorio. Fonte: youtube.com

Il riadattamento nasce in Belgio nel 2012 ed è stato curato dall’ambientalista Nic Balthazar. La canzone ha preso il nome di “Sing for the climate”. Riportiamo il testo della canzone:

We need to wake up

We need to wise up

We need to open our eyes

And do it now now now

We need to build a better future

And we need to start right now

We’re on a planet

That has a problem

We’ve got to solve it, get involved

And do it now now now

We need to build a better future

And we need to start right now

Make it greener

Make it cleaner

Make it last, make it fast

and do it now now now

We need to build a better future

And we need to start right now

No point in waiting

Or hesitating

We must get wise, take no more lies

And do it now now now

We need to build a better future

And we need to start right now.

Ovviamente la canzone non lancia un messaggio politico. In Italia però questa può essere facilmente travisata. In una scuola primaria di San Donato, a Milano, i bambini canteranno Sing for the climate durante la festa di fine anno, scatenando la disapprovazione dei genitori.

Alle richieste di scegliere una canzone differente, Il preside si è espresso in questi termini: «I bambini di tutta Europa stanno cantando questa canzone che è diventata virale, in quanto parla di una nuova resistenza, che è quella condotta da un movimento composto perlopiù da giovani che è impegnato a livello mondiale contro i cambiamenti climatici».