Condividi

Attraverso una circolare i Rettori delle Università sono stati sollecitati dal Miur a mettere la corrente gli studenti della norma prevista in Legge di bilancio 2019 che aiuterà i laureati magistrali o dottori di ricerca a trovare lavoro.

Bonus Eccellenze

Grazie a questa proposta chi si è laureato con il massimo dei voti e nei tempi previsti sarà agevolato nel trovare un lavoro a tempo indeterminato e allo stesso tempo si verrà a creare un maggiore sviluppo del territorio grazie all’utilizzo degli studenti più meritevoli. I datori di lavoro del settore privato verranno incentivati con l’esonero dei versamenti dei contributi previdenziali, ad esclusione di quelli dovuti all’INAIL, per al massimo un anno dall’assunzione e limitatamente ad 8000 euro per ogni persona assunta.

Potranno beneficiare di queste agevolazioni coloro che hanno conseguito la laurea magistrale tra il 1° gennaio 2018 e il 30 giugno 2019, con votazione di 110 e lode e con una media di almeno 108/110, entro la durata legale del corso di studi e prima di aver compiuto trent’anni, in università statali o non statali legalmente riconosciute; chi ha conseguito un dottorato di ricerca tra il 1° gennaio 2018 e il 30 giugno 2019 e prima di aver compiuto trentaquattro anni, in università statali o non statali legalmente riconosciute.