Categorie
Attualità

Jonathan Bailey Si Suicida in Diretta Facebook Mentre 400 Persone Commentano Pregando di Non Farlo


Jonathan Bailey era un attivista per la salute mentale di 50 anni, dopo aver annunciato la sua morte su Facebook è stato trovato senza vita a Newcastle-under-Lyme.

Un dramma “moderno” è stato raccontato nelle pagine del quotidiano The Sun, Jonathan Bailey noto come Baz o Bazza, attivista per la salute mentale di 50 anni si è suicidato dopo averlo annunciato in una diretta Facebook. Poco dopo è stato trovato morto nel suo appartamento a Newcastle-under-Lyme in Inghilterra.

Proprio nel colosso dei social-network l’uomo ha deciso di farlo sapere ad oltre 400 persone che hanno seguito lo streaming pregandolo di non commettere il gesto, questi avrebbero anche tentato di avvertire la piattaforma di cosa stava parlando.

Alla fine la trasmissione è continuata ugualmente, anche se in seguito Facebook ha rimosso il video e l’ultimo post pubblicato dal sucida. Un portavoce ha annunciato: “I nostri pensieri vanno alla famiglia del signor Bailey in questo momento difficile. Possiamo confermare che lo streaming live è stato eliminato subito dopo essere stato pubblicato e che un altro post è stato rimosso sempre su richiesta della famiglia. Ci assumiamo la responsabilità di mantenere le persone al sicuro sulle nostre piattaforme e continueremo a lavorare a stretto contatto con esperti per garantire che le nostre politiche continuino a supportare chi ne ha bisogno”.

Sarebbero giunte delle ambulanze, una volta entrati nella sua abitazione, i medici avrebbero trovato Jonathan in condizioni ormai disperate e non hanno potuto far altro che constatarne la morte, secondo alcuni si sarebbe tolto la vita impiccandosi.

Struggenti le parole scritte dalla figlia riguardo il padre e la sua condizione: “Qualcosa deve cambiare, non posso spiegare quante volte sei stato deluso dai servizi di salute mentale. Non mi abituerà mai al fatto che non possiamo più parlare tutti i giorni, non riesco a vederti o abbracciarti. Proverò per sempre a renderti orgoglioso.”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *