Categorie
Attualità

La Bellissima Storia di Federica e Pia, Due Gemelle Non Vedenti dalla Nascita Laureate a Pieni Voti


Federica e Pia, gemelle 22enni di Trani unite nella vita e nello studio si sono laureati a pieni voti in Scienze Turistiche: “Mai Mollare”.

Una storia di gioia e di speranza quella che arriva da Trani in Puglia, le gemelle 22enni Federica e Pia Paradiso hanno appena raggiunto la laurea assieme ottenendo il massimo dei voti. Ciò che rende ancor più speciali le due ragazze è il fatto che siano ipovedenti dalla nascita e che abbiano conseguito assieme l’obbiettivo di laurearsi in Scienze Turistiche.

La storia è stata raccontata dalla pagina Facebook “Non vedo che Bari” in bellissimo post dedicato a loro: “Oggi vi raccontiamo una storia straordinaria. Federica e Pia Paradiso sono due giovanissime e brillanti gemelle non vedenti, che ieri hanno raggiunto, insieme, il prestigioso traguardo della Laurea in Scienze turistiche. Il loro percorso racconta in modo esemplare come la vita sia una sfida sempre da vincere. La loro forza invita tutti noi ad affrontare la nostra quotidianità con il sorriso, guardando sempre alla bellezza che è nel mondo”.

Le giovani non solo hanno saputo ottenere questo importante risultato nell’istruzione nonostante le difficoltà della vita, ma sono anche esempi nelle loro passioni. Entrambe infatti sono esperte degustatrici di Olio Extra-Vergine di oliva oltre che fondatrici dell’associazione “Talenti del Gusto”, senza contare che Federica è anche una brillante cantautrice e Pia si dedica egregiamente alla poesia e alla scrittura.

Grande soddisfazione anche per i genitori e i fratelli più giovani Francesca e Giuseppe che le hanno sempre sostenute negli ostacoli incontrati, e aiutate nell’apprendimento attraverso la lettura in braille.

Nella tesi finale Pia ha presentato “L’architettura Meridionale Barocca”, mentre il titolo di quella elaborata dalla sorella era “La dimensione sociale del turismo: il sistema turistico in Puglia”. Ma le neo-laureate non hanno ancora finito il loro percorso, infatti sono pronte a proseguire con la specialistica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *