Condividi

Ci sono notizie che sarebbe meglio non scrivere, perché portano con sé un moto di tristezza difficilmente colmabile. Nelle ultime ore un incendio di proporzioni impressionanti ha coinvolto la cattedrale di Notre Dame a Parigi.

Le fiamme sono divampate a partire dal pomeriggio e hanno avuto luogo su un’impalcatura. Le fiamme poi si sono propagate e hanno interessato il tetto e la guglia. Il risultato è stato un disastroso crollo intorno alle ore 20. I cittadini parigini ed i turisti sono rimasti allibiti nel vedere il fuoco che stava costantemente devastando un’opera di importanza mondiale.

Cattedrale di Notre DamePurtroppo l’intervento dei pompieri non è stato sufficiente e, col passare delle ore, la cattedrale è stata irrimediabilmente devastata. Il Presidente Emmanuel Macron avrebbe dovuto tenere un discorso alla nazione, ma questo è stato rimandato per potersi recare sul posto. Ha dichiarato: «Come tutti i nostri compatrioti, sono triste stasera di vedere una parte di noi andare in fiamme».

Anche Trump si è espresso riguardo a quanto è accaduto: «È terribile guardare l’incendio a Notre Dame. Forse aerei cisterna anti-incendio potrebbero essere usati per spegnere le fiamme. Bisogna agire velocemente!».

La notizia è di interesse non solo Francese, ma di tutto il mondo. Il monumento infatti è tra i più visitati in Europa. L’incendio è partito dall’impalcatura che occorreva per poter fare dei lavori di conservazione. La Procura di Parigi ha annunciato l’apertura di un’indagine per poter approfondire quanto accaduto.