Condividi

La libreria Paravia di Torino chiude i battenti. Con essa se ne va un pezzo della nostra cultura, visto che la libreria, nata nel 1802, era la seconda più antica del nostro Paese.

Libreria Più Antica d'Italia

Le due titolari sostengono che il motivo è che non c’è una legge che protegga le piccole librerie dalle mega offerte che si trovano sul web.

La notizia è stata data tramite Facebook: “Cari amici di Facebook, prima di tutto vogliamo augurarvi un sereno 2020! La foto che abbiamo postato il 28 dicembre ritrae il volto sorridente dei nostri ULTIMI clienti del 2019, ma, e siamo qui ad annunciarlo, anche della storia della NOSTRA LIBRERIA. Abbiamo ereditato da nostro PAPA` questo affascinante mestiere e abbiamo investito TUTTE le nostre energie per cercare di farlo nel MIGLIOR modo possibile. Vogliamo ringraziare i CLIENTI che siamo riuscite ad avvisare di persona e che ci hanno dimostrato stima ed affetto: ci avete commosso! Grazie a tutti coloro che non sono passati ultimamente da queste parti, ma che negli anni ci hanno scelte e sostenute.”

Nadia e Sonia avevano preso in eredità la libreria dal loro padre e ci avevano sempre creduto. Purtroppo si sono dovute arrendere alla logica del mercato che fa arrivare libri scontati direttamente nelle case degli acquirenti.

Quello della libreria Paravia è solo l’ultimo caso di un esercizio commerciale costretto a chiudere per la crisi. Si stima che negli ultimi cinque anni siano scomparse 2300 librerie nel nostro Paese. In Parlamento si parla da tempo di una legge che potrebbe aiutare il settore, ma niente di concreto è stato ancora fatto.