Condividi

Il Ministro Bussetti questa volta l’ha combinata veramente grossa. Con la sua dichiarazione “Impegno, lavoro e sacrificio, non più fondi per la scuola del sud” ha scatenato un vero e proprio putiferio. Le risposte però non si sono fatte attendere.

L’ANP, l’Associazione Nazionale Presidi, ha risposto al Ministro, facendogli notare che mai, prima d’ora, un Ministro se ne fosse uscito con una frase così inadeguata. Dietro le dichiarazioni di Bussetti infatti riaffiorano tutte le idee della vecchia Lega Nord.

Frasi Contro il Sud

Questo quanto dichiarato dall’ANP: «Che sia necessario impegnarsi in qualsiasi lavoro noi dell’ANP lo abbiamo sempre creduto fermamente. Così come crediamo, da persone di scuola, che il lavoro scolastico rivesta una importanza tutta particolare in quanto forgia il futuro della Nazione».

«Se il Ministro dell’istruzione ritiene che, nel settore di cui egli è responsabile, qualcuno non si impegni a sufficienza, dispone di tutti gli strumenti per intervenire. Quello che il Ministro non può assolutamente fare è delegittimare il personale “del Sud”, utilizzando espressioni divisive che lasciano intendere che “nel Sud” non ci si impegna adeguatamente».

«Costituisce invece preciso dovere del Ministro impegnarsi per migliorare il servizio a livello nazionale e rafforzare, nel contempo, la fiducia dei cittadini verso di esso. Auspichiamo dunque che riesca a reperire le risorse economiche del caso e a dotare le scuole autonome di strumenti idonei per conseguire tale obiettivo».

Insomma, quello del Ministro è stato un vero e proprio scivolone e l’Associazione Nazionale Presidi non l’ha presa particolarmente bene. Ha poi aggiunto: «L’ANP è favorevole ad un vero e deciso miglioramento dell’efficacia del sistema educativo, ma nel rispetto della dignità e dei ruoli di tutti i lavoratori che vi prestano servizio. Siamo contrari a qualsiasi delegittimazione delle scuole e del personale, da qualunque direzione provenga».