Condividi

Nel salernitano, è definitivo il licenziamento di una maestra, in possesso di diploma magistrale, che dopo anni di supplenza aveva finalmente raggiunto il tanto agognato ruolo.

maestra con diploma magistrale

La decisione dell’ufficio scolastico è avvenuta a seguito della sentenza emessa dalla corte di Appello, che ha ritenuto illegittimo l’inserimento della maestra nella Graduatoria ad esaurimento, non ritenendo sufficiente il possesso del solo diploma. Venendo meno l’inserimento, è venuto meno anche il ruolo e il rapporto di lavoro con l’Amministrazione instaurato il 1° settembre 2017.

Casi simili si erano già verificati per alcuni docenti di Pistoia nel corso dell’anno scolastico 2016/2017.

Questo provvedimento è stato emesso prima del cosiddetto “DECRETO DIGNITÀ”: provvedimento grazie al quale è previsto che l’applicabilità delle sentenze di merito per i diplomati magistrale sia differita fino a 120 giorni dall’emanazione, per evitare ritardi in fase di avvio dell’anno scolastico 2018/2019, qualora le sentenze fossero emesse durante l’estate.