Condividi

Luca Cardillo è un ragazzo di soli 23 anni che ha scoperto di essere affetto da osteosarcoma alla gamba destra e da metastasi polmonari. Il suo lungo iter di visite mediche si è concluso presso l’MD Anderson Cancer Center di Houston in Texas dove ad attenderlo c’era un team di medici. A causa delle sue gravi condizioni, è riuscito a raggiungere questo centro specialistico solo a bordo di un’aeroambulanza partita da Catania dopo circa 13 ore di volo e due scali tecnici.

luca cardillo

Dopo questo lungo viaggio della speranza, Luca, di mattina è stato visitato da un team di medici di calibro internazionale. Il suo incontro più importanti però lo avrà il prossimo lunedì, con un team di specialisti in sarcomi che deciderà come e se intervenire. Purtroppo vista la gravità delle sue condizioni, resta poco tempo per agire.

A Luca Cardillo, nel corso della prima visita, è stato spiegato che “la situazione resta grave” e che purtroppo è inutile sperare in una guarigione totale. Mentre viene sottoposto ad esami e anche a una trasfusione – a causa dei livelli di emoglobina troppo bassi – il team medico sta valutando se esistono altre terapie, di naturale sperimentale, da adottare nel suo delicatissimo caso e soprattutto se il suo corpo è in grado di sopportarle.

Visti i costi elevati della degenza ospedaliera negli USA, il suo ricovero è previsto fino a lunedì; dopodiché, si potrebbe adottare un regime di day hospital o, nel peggiore dei casi, un rientro in Italia qualora negli USA non si potessero eseguire terapie più avanzate rispetto a quelle già effettuate in Italia.

Il sito Fanpage.it lo ha accompagnato a bordo del volo privato decollato dall’Aeroporto di Catania e ha raccolto le sue impressioni: “è pieno di speranze ma anche timori poiché rimane consapevole che la sua situazione è grave e che nessuno può fare miracoli, ma non si lascerà nulla di intentato“.