Condividi

Esistono insegnati che possono entrare nel cuore degli alunni e restare impressi nella memoria per sempre. Gli insegnanti sono le prime figure adulte che un bambino incontra fuori dal nucleo familiare e per questo motivo hanno un ruolo molto importante. Un insegnante in gamba può scoprire ed incentivare i talenti e le inclinazioni di un bambino e favorire lo sviluppo della sua intelligenza. Viceversa, esistono alunni che per la loro educazione, talento o personalità entrano nel cuore degli insegnanti, che li riconoscono a distanza di anni.

Questa è una di queste storie, è la storia della maestra Dolores Schik e di Cory Hepola.

Cory è un personaggio televisivo molto noto a St. Paul, negli Stati Uniti. I suoi programmi hanno sempre molto successo e lui piace molto ai telespettatori per i suoi modi educati, la sua parlantina e la totale assenza di volgarità. Tra i suoi spettatori abituali c’è anche una donna di 90 anni, Dolores Schick, ex insegnante in pensione, che riconosce Cory come un suo ex alunno.

Ecco le parole del presentatore.

“Non potrò mai dimenticare quello che la maestra Dolores ha fatto per me. Lei è stata la prima a credere in me e a farmi sentire unico. Mi ha insegnato le buone maniere e tantissime altre cose. Lei era l’idolo di tutta la classe, era sempre gentile e disponibile, non ha mai alzato la voce con noi e riusciva a farci comprendere concetti complessi in pochi secondi. Oggi non esistono più insegnanti come Dolores. Non sarei mai arrivato a questo punto senza la sua guida.”

Parole che ci fanno capire quanto sia stata importante l’influenza dell’insegnante nella vita di Cory. Ma lo stesso vale per Doloroes.

“Quando mi ha visto in televisione mi ha subito riconosciuto. Ha capito subito che quel bambino gracile con i capelli scuri era diventato un presentatore di successo ed era così orgogliosa di me. Ha contattato il mio staff e non potevo credere alle mie orecchie, pensare di incontrarla dopo così tanto tempo mi ha emozionato davvero, potevo vedere che anche lei era emozionata quanto me. Questo incontro mi ha fatto bene e mi ha spronato a migliorarmi ancora come professionista e soprattutto come essere umano. Voglio che Dolores sia sempre più orgogliosa di me, è il mio modo per ringraziarla di tutto quello che ha fatto per me.”

Purtroppo però non ci sono stati altri incontri con Dolores, perché l’anziana maestra è morta poco dopo.

“Quando ho saputo della sua morte sono stato devastato, mi sembrava una terribile beffa. Ma io sono credente e sono sicuro che lei adesso è con la sua famiglia in cielo e un giorno potrò salutarla di nuovo. Per adesso mi limito a seguire i suoi insegnamenti e a comportarmi in modo sempre migliore, è il minimo che posso fare per onorare la sua memoria.”

Davvero una storia toccante, che testimonia il fortissimo legame che si è instaurato tra questa bravissima insegnate e il suo allievo.