Condividi

Ospite a Mattina Cinque, il Ministro Bussetti ha rassicurato gli studenti sulle prove scritte della Maturità 2019 che, in seguito alla riforma introdotta con la Buona scuola e il successivo D.lgs. 62/2017, presentano sostanziali novità.

Simulazioni

Innanzitutto il Ministro ha sottolineato che la nuova maturità nasce della riforma ereditata dal Governo Renzi. Ha poi dichiarato che il Miur ha cercato di renderla più aderente al percorso di studi degli studenti, rimandando ad esempio al prossimo lo svolgimento delle prove Invalsi e dell’alternanza scuola lavoro come requisiti d’accesso.

Anche in altre occasioni Bussetti aveva parlato della proroga. Ha poi affermato che le simulazioni, considerate difficili dagli studenti, servono a “tarare” le prove che saranno svolte in sede d’esame. E ha concluso dichiarando che l’esame sarà più facile delle simulazioni.