Condividi

A qualche giorno di distanza dall’ictus, a soli 52 anni, Luke Perry è morto lasciando i suoi due figli Jack e Sophie Perry. Tutto il mondo ricorda l’attore per il suo ruolo di Dylan in Beverly Hills 90210; e proprio la figlia Sophie ha voluto ringraziare su Instagram tutti coloro che hanno mostrato in qualche modo la loro vicinanza, non solo fisicamente ma anche virtualmente.

Sophie Perry

Al momento dell’ictus del padre, Sophie era in Africa come volontaria, e così parla di quei momenti: “Sono successe molte cose in quest’ultima settimana. Tutto sta succedendo così velocemente. Sono tornata dal Malawi appena in tempo per essere qui con la mia famiglia, e nelle ultime 24 ore ho ricevuto una quantità enorme di amore e sostegno. Non posso rispondere individualmente alle centinaia di messaggi calorosi, ma li ho letti e apprezzo tutti voi per aver inviato positività a me e alla mia famiglia. Non sono sicura di ciò che bisogna dire o fare in questa situazione, non è qualcosa che si impara a gestire, specialmente quando tutto accade sotto l’occhio del pubblico. Mi sento così in mostra e so di essere grata di così tanto amore. Sono semplicemente grata.

La ragazza era in Africa da circa un mese e ricevendo la notizia dell’ictus è subito rientrato in California per stare accanto al padre in ospedale. Accanto all’attore c’erano anche l’ex moglie Rachel Sharp, madre di Jack e Sophie, e la fidanzata Wendy Madison Bauer, con cui l’attore sembrava essere in procinto di sposarsi.

L’altro figlio, Jack, è un famoso wrestler, il cui nome d’arte è Jungle Boy. Il rapporto di Luke con i suoi ragazzi era molto forte, come ha fatto notare anche l’amica e collega Tori Spelling. Dopo il divorzio l’attore era addirittura riuscito ad ottenere la custodia congiunta. E in particolare riguardo a Sophie in un’intervista Perry si era lasciato andare ad un commento in cui si augurava non si fidanzasse mai con un ragazzo come il famoso Dylan di Beverly Hills 90210.