Condividi

Non ce l’ha fatta Simone Dispensa, il ragazzo di 18 anni di Novi Ligure in provincia di Alessandria affetto da un tumore maligno alle ossa.

simone

L’anno scorso tutti i suoi compagni di classe avevano deciso di vaccinarsi contro l’influenza per aiutarlo e permettergli cosi di frequentare le lezioni senza il rischio di prendere infezioni che per lui sarebbero state pericolose. È morto ieri, avrebbe compiuto 19 anni il prossimo 15 ottobre.

La sua storia è stata raccontata in tutta Italia l’anno scorso dopo il commovente gesto dei suoi compagni di classe che si sono tutti vaccinati senza alcun clamore, quasi di nascosto, fino a che la notizia non è stata ripresa da tanti giornali e televisioni. “Era il minimo che potevamo fare per Simone”, avevano detto i suoi compagni dell’Amaldi. Simone aveva continuato a frequentare le lezioni ed era così riuscito a sostenere l’esame di maturità, conseguita – come racconta La Stampa ricordando tutta la sua vicenda – con la votazione di 80/100. Durante la maturità ha avuto un ricovero improvviso in ospedale che lo aveva costretto a sostenere alcune delle prove dell’esame nella camera di Santi Antonio e Biagio di Alessandria. Sono anche intervenuti ad aiutarlo alcuni insegnanti perché non potendo lui scrivere, l’hanno fatto loro, sotto dettatura.

Giampaolo Bovone, preside della scuola di Novi Ligure frequentata da Simone, racconta: “Simone è stato un esempio per tutti – riporta ancora La Stampa – nei tre anni in cui ha affrontato il tumore ha lottato con ogni forza e la maturità era un traguardo a cui teneva”. A parlare è anche Monica Lupori, insegnante che aveva spiegato l’importanza della vaccinazione agli altri studenti: “Se ne va una parte di noi e del nostro cuore. Se ne va una parte dei nostri pensieri, perché con lui abbiamo ragionato, discusso, imparato. Una parte del nostro coraggio che Simone ci trasmetteva affrontando la malattia. Oggi diventiamo più poveri perché perdiamo una parte di noi sapendo di essere diventati più ricchi nel momento in cui abbiamo conosciuto Simone”.