Condividi

La Francia teatro della tragedia che ha sconvolto una famiglia intera ma anche il mondo accademico. Protagonista del drammatico evento è il giornalista ed esperto internazionale di cultura africana Pierre Cherruau, 48 anni che nel tentativo si salvare il figlio di 10 anni durante un annegamento, è morto in ospedale. Un padre-eroe che rimarrà nella storia.

https://www.thesocialpost.it/wp-content/uploads/2018/08/pierre-cherruau-780x450.png

Stavano trascorrendo una piacevole e serena vacanza in Gironda, Francia, sulla spiaggia di Signal, a Soulac-sur-Mer. Una normale giornata di svago e relax come tante altre si è trasformata in una sconvolgente tragedia. Il figlio di 10 anni di Pierre Cherrau stava in mare, quando il padre si è accorto che il figlio annaspava e beveva molta acqua. Non ha esitato un istante e si è tuffato in suo soccorso tentando di portare il figlio in salvo a riva.

É riuscito nell’impresa di salvare il suo piccolo, ma Pierre è andato in arresto cardocircolatorio. I paramedici intervenuti sul luogo sono riusciti a rianimarlo per qualche istante mentre lo trasportavano con l’elisoccorso in ospedale ma, purtroppo, è deceduto al suo arrivo.

La carriera di Pierre Cherruau

Il giornalista francese ha avuto una brillante carriera nel mondo del giornalismo in particolare nella materia di usi e costumi africani che era la sua specializzazione.

Pierre Cherruau aveva diretto la redazione del sito Slate Afrique ed era caporedattore della redazione Africa del giornale francese Courrier international. Suoi molti libri sugli usi e costumi del continente africano e nel 2012 ha partecipato al Festival Internazionale di Ferrara, festival culturale concernente il mondo del giornalismo, della fotografia, dell’editoria.