Condividi

NoiPa ha dato avviso nei giorni scorsi dell’erogazione degli arretrati per maggio e degli aumenti per giugno destinati a tutto il comparto scuola.

Da gennaio 2019 le cose potrebbero cambiare e gli aumenti svanire. Il motivo principale sta nel cosiddetto “elemento perequativo” per cui soltanto gli statali che ricevono stipendi alti potranno ancora usufruire degli aumenti, tra questi non rientrano certamente i dipendenti della scuola. Le risorse stanziate per il 2018 potrebbero non essere disponibili per il 2019 qualora la legge di Bilancio non lo dovesse prevedere.

Si perderanno in media 20 euro al mese, ma la situazione potrebbe cambiare grazie all’intervento dei sindacati che chiederanno la stabilizzazione dell’elemento perequativo anche per il prossimo anno.