Condividi

La vita ci riserva sempre molte sorprese. Ogni giorno succede qualcosa di nuovo ed inaspettato che ci lascia per un momento spiazzati. Sicuramente questo è quanto successo quando è stata letta la nuova bozza della legge di Bilancio 2019.

La nuova bozza ha lo scopo di favorire l’incremento demografico che in Italia è piuttosto basso (per fare un esempio: in Francia nascono 1,92 bambini per donna fertile mentre in Italia 1,34) ma lo incentiva in maniera piuttosto curiosa: promettendo un terreno agricolo a tutte quelle famiglie del sud Italia che nel 2019/2020/2021 avranno dato alla luce il terzo figlio.

Nuova Bozza della Legge di Bilancio

Ma non finisce qui. Alle famiglie idonee infatti viene concessa la possibilità di usufruire di un mutuo di 200mila euro a tasso fisso per acquistare una casa situata nei pressi del terreno agricolo.

Le regioni che saranno coinvolte in questa iniziativa sono Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia. Lo scopo è quello di restituire nuovo valore a queste zone attuando un’opera di rimboschimento.

I terreni concessi dallo stato non verranno affidati solo alle famiglie con 3 figli, ma saranno disponibili anche per tutti quei giovani imprenditori che si pongono l’obiettivo di cimentarsi in imprese in ambito agricolo.

La manovra però è stata vista in maniera ironica sul web: Viola Carofalo, leader di Potere al Popolo, per l’occasione ha modificato il logo di partito, trasformandolo in Podere al Popolo con tanto di trattore. Dichiara: “Ma quale terzo figlio! La terra a chi non lavora!”.

Sempre su Facebook si continua con l’ironia, sottolineando come questa iniziativa abbia un gusto particolarmente retrò: “Ecco nel dettaglio il Decreto #PodereAlPopolo: Al primogenito, al quale si dovrà dare il nome Matteo o Luigi, verrà concessa dal Governo del Cambiamento la terra di cittadinanza.
Il secondo dovrà prendere la via delle armi ed il terzo in seminario per diventar vescovo o abate.

Per quanto riguarda le donne spetterà al padre la scelta di mandarle a servizio, prendere i voti per risparmiare sulla dote o darle in marito ad un ricco fascio per perpetuare la razza”.

Vedremo se questa risulterà essere una manovra vincente oppure un buco nell’acqua.