Condividi

Sophie Jackson è una bimba di 9 anni che vive in Australia con i suoi genitori e a cui è stato diagnosticato un disturbo dello spettro autistico quando aveva tre anni.

Sophie frequenta una scuola tradizionale e in più tre volte a settimana un corso specifico. Concluso l’anno scolastico, ha, come tutti i suoi compagni, ritirato la sua pagella ma nonostante gli sforzi profusi ha ritrovato dei risultati insufficienti.

Il padre, che ha seguito con attenzione il percorso scolastico della sua amata figlia, e che conosce quindi l’impegno e lo sforzo che la bimba ha messo in ogni singola attività scolastica, ha deciso di riscrivere la sua pagella, pubblicandola su Twitter, per rendere note a tutti le caratteristiche uniche e le doti speciali di Sophie.

Nella sua personale pagella, papà Shane ha valorizzato tutti gli aspetti in cui Sophie è brava, tra cui: “essere divertente”, “amare i cani” e, ovviamente, “essere la miglior figlia di sempre”.

Ha lavorato duramente e abbiamo visto alcuni grandi miglioramenti. Eravamo davvero ottimisti sul fatto che ci potessero essere dei miglioramenti nei risultati. Poi Sophie ha ricevuto la pagella ed è rimasta davvero delusa: ha lavorato così tanto che pensava di avere raggiunto un livello più alto rispetto allo scorso anno. Noi sappiamo che si è impegnata duramente, qualunque sia il risultato. È per questo che ho pensato di fare un resoconto di tutte le cose che rendono Sophie unica. A lei è piaciuto ed è tornata ottimista da quando gliel’ho dato: ha sortito l’effetto che volevoha spiegato il papà.

Shane ha deciso inoltre di condivide tramite Twitter la sua pagella speciale per “mostrare agli altri che non sono soli” e tanti infatti sono stati i commenti di apprezzamento rivolti a Sophie.

Uno dei miei amici è una persona con autismo e si è abbattuto dopo aver visto la sua pagella. Vorrei aver fatto quello che hai fatto tu, Shane. Nessuno merita di sentirsi così. Mai”, ha twittato un utente. E ancora un insegnante ha cinguettato : “Una cosa adorabile. Sono un insegnante in una scuola speciale, dal 1987. Il più grande problema per me è l’obbligo di mettere dei voti nei quadratini, come impone il sistema scolastico nazionale. Amo l’individualità dei miei studenti e la voglio celebrare con loro”.

Da amorevole figlia quale è, Sophie ha deciso di ricambiare il favore al suo attento papà, scrivendo una pagella speciale anche per lui: Shane ha ottenuto un A+ come “miglior papà di sempre”.

1 COMMENTO

  1. La valutazione è individuale e parte dal livello personale di competenze. Il voto valuta l’impegno, l’attenzione, lo sforzo …….
    Che dispiacere leggere certe notizie …….

    Evaluation is individual and starts from the personal level of skills. The vote the commitment, the attention, the effort …….
    How sorry to read certain news …….

LASCIA UN COMMENTO