Categorie
Attualità

Panchina d’Oro per Mihajlovic? “Se me La Danno Perché Sono Malato non La Voglio”


Sono tre i nomi proposti per la Panchina d’Oro 2019, il premio che viene consegnato annualmente all’allenatore che si è maggiormente contraddistinto alla guida della sua squadra. In nomination, per ora, ci sono tre big: Sinisa Mihajlovic, Gian Piero Gasperini e Massimiliano Allegri. C’è però chi ritiene che l’allenatore serbo sia tra i favoriti, per questioni prettamente personali. Mihajlovic, infatti, da qualche tempo, ha scoperto di essere affetto da una terribile malattia, la leucemia. Nonostante ciò e nonostante le forze non sempre al massimo, l’allenatore non ha mai abbandonato la sua squadra, il Bologna. Comunque, c’è anche da dire che Sinisa Mihajlovic oggi sta molto meglio, anche grazie al trapianto di midollo osseo avvenuto circa 3 mesi fa.

Tuttavia, dopo essere venuto a conoscenza del fatto di essere tra i preferiti solo per la malattia, Mihajlovic recentemente ha commentato: “Accetterei la Panchina d’Oro solo se è un premio per quello che ho fatto per il Bologna“. Amaramente, ha aggiunto: “Se me la danno perchè sono malato, non mi serve. Non la voglio“.

sinisa mihajlovic

Comunque, all’infuori della malattia, qualche motivazione per consegnare l’ambito premio all’allenatore serbo c’è. Il campionato giocato dal Bologna è stato particolarmente positivo. La squadra ha conquistato 30 punti in classifica. Non solo: si trova a -2 dal sesto posto necessario per l’Europa e a -9 dalla zona per accedere all’ambita Champions. A ciò si aggiungono i 60 punti conquistati nelle 39 partite che Mihajlovic ha ottenuto da quando è alla guida dei rossoblù.


Allo stesso tempo, anche gli altri due allenatori hanno dei motivi per ottenere la Panchina d’Oro 2019. In particolare, Gian Piero Gasperini sarebbe maggiormente quotato. In effetti, l’allenatore può vantare la qualifica indimenticabile raggiunta con l’Atalanta. Ricordiamo che la squadra ha, dapprima, partecipato ai gironi della Champions. In un secondo momento, è anche passata agli ottavi di finale, giocando a livelli davvero alti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *