Condividi

 

poesia sulla dislessia

La dislessia non è una malattia,

nessun medico potrà cacciarla via,

ma se a scuola avrai un po’ fortuna

l’insegnante sarà la tua cura:

le mappe mentali che dovrai usare

ti aiuteranno a ripetere ciò che non puoi ricordare;

la calcolatrice sarà il tuo strumento

che potrai usare in ogni momento;

il computer correggerà i tuoi errori

e la sintesi vocale farà per te i sonori.

Nelle verifiche usa gli strumenti,

mappe comprese, e non batterai i denti.

Poi vedrai che nella vita

la dislessia diventerà tua amica

e ti aiuterà ad inventare

ciò che gli altri non sanno neanche immaginare.


Autore articolo
Marta Messina

Marta Messina

Insegnante

SEGUILA:

Facebook