Condividi

La piccola Batya, di 1 anno, figlia di Naffi e Racheli Goldman, ha un’ernia alla spina dorsale, la sindrome di Pfeiffer e la sindrome di Antley-Bixler. Inoltre è cieca, sorda e ha bisogno di un respiratore artificiale. Per il suo aspetto è stata presa di mira e derisa sul web.

Alla sua nascita, secondo l’Expressen, i medici non credevano che sarebbe sopravvissuta. Il padre Naffi ha raccontato al giornale: “Aveva la testa più grande del normale e gli occhi sporgenti. Ci siamo accorti subito che la spina dorsale era storta. Abbiamo capito che le cose non sarebbero state facili”. Batya è nonostante tutto una bimba molto amata dai suoi genitori, ma sul web riceve manifestazioni di odio, minacce di morte ed è spesso chiamata “mostro”. In tanti si chiedono perché i suoi genitori l’abbiano fatta vivere.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Helpbatya (@helpbatya) in data:

Qualcuno ha scritto: “Credete che sia giusto far nascere una bambina così?”. Naffi afferma: “Quando abbiamo visto questi commenti sotto la foto, siamo rimasti scioccati. Non credevamo che le persone potessero scrivere cose simili. Hanno detto che avremmo dovuto ucciderla. Hanno detto cose terribili che ci hanno spezzato il cuore”.

Una storia inaccettabile, che ci fa riflettere su quanto sia importante amare le persone che hanno difficoltà.