Condividi

Il premier Conte ha parlato a “Il Foglio” di varie tematiche, compreso il ritorno a scuola a settembre. Riguardo al MES Conte ha affermato: “Non ho mai dichiarato né pensato che l’Italia potrà utilizzare il Mes dopo la Francia. La mia posizione non è cambiata: il Mes è uno strumento nato dall’esito di crisi molto diverse rispetto a quella che stiamo vivendo”.

Il Recovery fund è essenziale per far rinascere la nostra economia, dal momento che “una riduzione del debito/pil è un obiettivo nostro, da raggiungere però con gradualità”. Il presidente del Consiglio ha poi avuto parole di elogio per gli italiani che hanno rispettato le regole durante il periodo di lockdown, ma chiede ai cittadini di non abbassare la guardia. Con il Decreto Rilancio, ha dichiarato, più di tre miliardi sono stati messi a disposizione della Sanità, che terrà costantemente d’occhio i nuovi casi di contagio.

Conte ha poi affrontato l’argomento della riapertura delle scuole, affermando che a breve “partirà un piano articolato di edilizia scolastica che renderà le nostre scuole più sicure. Il nostro obiettivo è di riportare gli studenti a scuola a settembre”.

In ultimo il premier ha sottolineato l’intenzione del governo di ridurre la pressione fiscale, affermando che non è prevista nessuna patrimoniale.