Condividi

Luciana Martinelli si era allontanata dalla sua casa di Roma, quartiere Pietralata, ai primi di aprile. Numerosi gli appelli lanciati dalla famiglia per ritrovarla. Il suo corpo senza vita è stato purtroppo rinvenuto nel Tevere.

La ragazza, 27enne, era maestra di lingue in una scuola dell’infanzia e prestava servizio in un canile romano. Proprio grazie ad un tatuaggio sulla spalla che raffigurava il suo amore per i cani è stato possibile il riconoscimento della salma.

La famiglia si era rivolta anche alla trasmissione “Chi l’ha visto?” per cercare di ritrovarla e in molti avevano fornito preziose indicazioni. La madre, in ansia anche perché Luciana aveva problemi psicologici, le aveva fatto sapere: “Fatti sentire Luciana ti prego. Voglio riabbracciarti, non vederti da cinque giorni mi sta straziando di dolore. Non fa niente però amore, risolviamo tutto, l’importante è che torni e ci riabbracciamo, ti faccio fare tutto quello che vuoi. Non vedo l’ora di vederti“.

Le sue speranze si sono purtroppo infrante per sempre.