Condividi

Se non verrà assunto altro personale a tempo indeterminato, anche per il prossimo anno l’importo della carta del docente non subirà variazioni.

Riconfermata la carta del docente

Ne dà conferma il documento allegato al Def, in cui si legge che “La riduzione della spesa appare sostenibile, senza variazione dell’importo nominale della Carta, in considerazione del fatto che i posti in organico di diritto non sono totalmente coperti dal personale di ruolo in servizio. Un eventuale aumento non previsto del personale docente di ruolo in servizio rispetto a quanto stimato, potrebbe comportare una riduzione dell’importo effettivo della carta da individuare con successivo provvedimento”.

I 500 euro di bonus sono entrati in vigore con la legge n. 107/2015 e nel 2016 sono diventati carta del docente. Il denaro non speso nell’anno scolastico potrà essere utilizzato il prossimo anno, entro e non oltre il 31/08/2020, insieme ai 500 euro dell’a.s. 2019/2020. Con la carta del docente si possono comprare libri e pc, oltre a biglietti per eventi culturali. Gli insegnanti di musica possono acquistare strumenti musicali ed è inoltre possibile pagarsi corsi di lingua, a condizione che siano offerti da enti qualificati.