Condividi

È stato ritrovato il corpo senza vita del piccolo Nicolò, il bimbo di 2 anni disperso dal 4 ottobre scorso nella zona tra San Pietro a Maida e San Pietro Lametino, vicino Lamezia Terme (CZ), devastata dal maltempo.

Piccolo Nicolò

I ricercatori hanno individuato il corpicino circa 500 metri a monte dal punto di ritrovamento della mamma. Nicolò si trovava in auto con la madre e il fratellino di 7 anni quando si è verificata la piena del torrente: i corpi della mamma, Stefania Signore e del fratellino, Christian Frijia, erano stati trovati dai vigili del fuoco la mattina successiva, il 5 ottobre.

Il ritrovamento del piccolo Nicolò avviene quindi a distanza di una settimana e proprio nel giorno dei funerali , a Mortilla di Gizzeria, della mamma e del fratellino. I funerali infatti sono previsti per le ore 15:30 nella chiesa di Santa Caterina a Gizzeria in contrada Mortilla.

Ad accorgersi che qualcosa non andava era stato il padre Angelo, che aveva subito lanciato l’allarme non vedendo rincasare la sua famiglia nella sera del 4 ottobre. Stefania la sera del nubifragio era andata a prendere i figli dai nonni, a Curinga, e stava tornando a casa, a Gizzeria.

Subito si è avviata la macchina dei soccorsi per trovare la famiglia. L’auto era stata ritrovata senza nessuno a bordo con le quattro frecce attivate. Pian piano lo straziante recupero dei corpi, conclusosi oggi con il ritrovamento del piccolo Nicolò.