Condividi

Condannato a otto anni di carcere con l’accusa di violenza sessuale continuata e aggravata Jonathan Trupia, maestro presso l’asilo Montessori di Roma.

Jonathan Trupia

L’uomo ha abusato di bambine tra i tre e i cinque anni, coinvolgendo in tutto ventisei famiglie. La condanna con rito abbreviato è stata stabilita dal gup Elisabetta Pierazzi, che ha accolto le richieste del pm Francesca Passaniti. A Trupia è stato scontato un terzo della pena, pur ritenuto colpevole di tutte le accuse.

Era da marzo che l’insegnante era in carcere in attesa della decisione del giudice. L’uomo, originario della Tanzania, che ha una compagna e un figlio, è stato inoltre accusato di altri casi di violenza sessuale verso bambini dello stesso istituto. A far emergere i fatti sono stati i genitori dei piccoli, messi in allarme da comportamenti anomali dei figli.

I carabinieri, sotto richiesta della procura, hanno installato delle telecamere in aula, che hanno mostrato l’insegnante cercare contatti fisici con le bambine durante le lezioni di inglese, inventando giochi di ruolo e ordinando di non dire niente ai genitori. L’uomo, che è stato subito arrestato, ha confessato quanto successo.