Condividi

scatola dei materiali cover

 

STRUMENTI PER L’ACQUISIZIONE DELLA LETTO-SCRITTURA

165 CARTE-IMMAGINE

Le 165 carte-immagine supportano attività di discriminazione uditiva di un fonema o di una sillaba posti all’inizio, alla fine o all’interno del nome della figura.

Un esempio: Come si chiama questa figura? Con quale lettera inizia la parola “balena”? Con quale lettera finisce “balena”? Dentro “balena” senti la lettera L? Dentro “balena” c’è la lettera U? – OPPURE – Con quale sillaba inizia la parola “balena”? Con quale sillaba finisce la parola “balena”? Dentro “balena” senti la sillaba TO?

Le stesse carte, integrate dalle carte-lettera e dalle carte-sillaba, sono utilizzabili per attività di associazione suono-segno (successivamente di parola-immagine) e viceversa.

I soggetti delle carte-immagine rispondono ai seguenti criteri:

  • figure i cui nomi iniziano con le vocali dell’alfabeto italiano;
  • figure i cui nomi iniziano con le consonanti dell’alfabeto italiano e le conseguenti cinque sillabe dirette (per esempio, per la consonante M sono presenti MAre, MEle, MIcrofono, MOto, MUlino);
  • figure nel cui nome è presente la lettera ponte (boRsa, teNda, deLfini…);
  • un congruo numero di figure i cui nomi contengono le più comuni difficoltà ortografiche (C e G nei suoni duri e dolci, SC nei suoni duri e dolci, GN, GLI, QU/CQU);
  • figure nel cui nome compare la doppia consonante.

Le potenzialità di utilizzo di ciascuna carta sono molteplici: per esempio, la carta con la figura dell’ALBERO è adatta per il riconoscimento della lettera iniziale A e della lettera finale O, della sillaba AL, della sillaba centrale BE, della sillaba finale RO…

LE CARTE CON LETTERE, SILLABE E DIFFICOLTÀ ORTOGRAFICHE

Le carte-lettera e le carte-sillaba sono utilizzabili nell’apprendimento della letto-scrittura sia secondo il metodo fonico-alfabetico sia secondo quello fonico-sillabico, e si prestano alla conduzione di attività con svariate finalità didattiche:

  • discriminazione visiva di una lettera o di una sillaba;
  • lettura di lettere, lettura e composizione di sillabe dirette e inverse;
  • lettura e composizione di parole bisillabe e trisillabe piane, con la lettera ponte, con difficoltà ortografiche;
  • supporto ad attività di divisione in sillabe.

Le scritte riportate sulle carte sono di tre tipologie:

  • le lettere dell’alfabeto italiano, comprese le vocali accentate e l’articolo L’;
  • tutte le sillabe dirette che si possono formare con le consonanti dell’alfabeto italiano (per esempio, per la consonante M sono presenti le sillabe MA, ME, MI, MO, MU);
  • tutti i gruppi relativi alle più comuni difficoltà ortografiche.

Le carte sono scritte nel carattere stampato maiuscolo con l’obiettivo di facilitare e privilegiare l’apprendimento delle strumentalità che, una volta sicuro, permetterà di passare agevolmente all’uso di differenti caratteri.

STRUMENTI DI SUPPORTO AGLI APPRENDIMENTI DI BASE DI TIPO MATEMATICO

I DISCHI COLORATI

i 42 dischi colorati, 24 blu e 18 rossi, si prestano per essere impiegati in attività propedeutiche all’acquisizione del concetto di numero (quantificare secondo i criteri tanti, pochi, nessuno; confrontare quantità;…). Successivamente potranno essere utilizzati per la formazione dei numeri entro 9, per familiarizzare con il concetto di decina e per la composizione dei numeri oltre 10.

LE CARTE CON QUANTITÀ, NUMERI E SEGNI

Le 89 carte sono così strutturate:

  • due carte-quantità per ogni quantità da 0 a 19, per un totale di 40 carte;
  • due carte-numero per ogni numero da 0 a 19, per un totale di 40 carte;
  • carte con i segni <,>,=,+,- (per un totale di 9 carte).

Sono adatte per sostenere gli apprendimenti in varie fasi del percorso. Per esempio:

  • durante la presentazione dei numeri da 0 a 19, per proporre esercizi finalizzati al riconoscimento sia della quantità sia del segno grafico, all’associazione quantità-numero e viceversa;
  • per esercizi di confronto tra quantità e/o tra numeri, usando anche i segni <,>,=;
  • per esercizi di calcolo di addizione e di sottrazione, ricorrendo anche ai segni +,-,=.

LE LINEE DEI NUMERI

La scatola contiene due linee dei numeri:

  • una linea da 0 a 9, per operare con i numeri di una cifra;
  • una linea da 0 a 19, per operare anche con i numeri di due cifre.

Le finalità di utilizzo sono svariate; conoscenza della sequenza numerica, conteggio in ordine crescente e in ordine decrescente, individuazione del numero precedente e del successivo, esecuzione di addizioni e sottrazioni,…

CONTATUTTO E CONTADITA

Questi due sussidi didattici sono pensati come strumenti adatti sia per avviare il bambino al calcolo di addizione e di sottrazione, sia come strumenti alternativi a quelli tradizionali per l’esercizio pratico. Sul piano metodologico rappresentano un valido supporto nella fasi di passaggio tra l’operazione concreta con gli oggetti e il calcolo con le dita.

COME SI USA IL CONTATUTTO

La posizione dei dieci cartellini sulla linea portante rimanda a quella delle dita delle mani. Per “aggiungere o togliere” è sufficiente ruotare i cartellini, che in questo modo “compaiono o scompaiono” dietro la linea portante, permettendo di eseguire praticamente i calcoli.

COME SI USA IL CONTADITA

Lo strumento anticipa o sostituisce il calcolo con le dita delle mani, è, inoltre, particolarmente adatto per bambini con problemi di motricità fine. Permette di eseguire i calcoli ruotando le dita, che “compaiono o scompaiono” dietro ai palmi.

ULTERIORI POSSIBILITÀ DI UTILIZZO DELLE CARTE-IMMAGINI

AMBITO LINGUISTICO

Le carte-immagini trovano impiego anche in attività di arricchimento lessicale, sia per ampliare il dizionario in possesso del bambino (osservazione e indicazione del nome della figura, delle sue parti,…) sia per affinare la pronuncia dei diversi suoni della lingua italiana.

Le carte sono inoltre utili per la verbalizzazione e la creazione di semplici situazioni-storie (per esempio, osservando la carta-immagine del lupo si potrà chiedere al bambino di descriverlo in modo elementare, scegliere per lui un nome e il luogo in cui vive, creare una semplice situazione).

Le carte-immagine possono supportare anche attività di ascolto di semplici storie che l’adulto creerà e animerà per il bambino prendendo spunto da un gruppo di figure.

AMBITO LOGICO-MATEMATICO

Concepite principalmente per attività di tipo linguistico, le carte-immagine possono essere impiegate anche per attività di carattere logico-matematico, ecco alcune possibilità di utilizzo.

  • esercizi di classificazione ( per esempio, formare il gruppo degli “animali con quattro zampe” scegliendo tra più figure di animali);
  • esercizi di appartenenza/non appartenenza (per esempio, distinguere le figure che appartengono e non appartengono al gruppo dei frutti);
  • attività finalizzate all’individuazione dell’intruso in un gruppo di figure;
  • elaborazione di semplici situazioni problematiche.

Per maggiori informazione e per scoprire dove trovarla

CLICCA QUI!