Condividi

Perdere l’abitudine di fumare talvolta può risultare un’ottima scelta con risultati efficaci, attraverso alcune ricerche, si è riscontrato che perdere questa cattiva abitudine può risvegliare alcune cellule che permettono ai polmoni di rigenerarsi.

Una scoperta rivelata da uno studio pubblicato su Nature, condotto dai ricercatori dell’University College London (UCL), basato sugli ultimi dati del National Statistics Institute. Tali cellule proteggono anche l’organismo dal cancro e sono invisibili nell’organismo di chi fuma, perchè vanno a nascondersi in alcune ghiandole sottomucose, per cui risultano invisibili ed impercettibili.

Non si sa ancora come nascono queste cellule, ma importanti ricerche hanno rivelato che sottoponendo alcuni ex fumatori si sono scoperte cellule sane come se non si fosse mai fumato. Per cui la loro presenza è fondamentale per recuperare la salute post fumo e rigenerare i polmoni che risultano in una condizione precaria. La cosa straordinaria che in molti organismi pur fumando 15000 pacchetti al giorno sono state ritrovate cellule sane.

Tali cellule sono ben protette e tutelano il corpo, fuoriescono solo in case di lesione polmonare, in quel caso vanno a disperdersi perdendo qualsiasi barriera protettiva per il nostro corpo. I benefici delle cellule sono immediati dopo l’abbandono della sigaretta, inoltre si stanno sperimentando nuove cure contro il cancro. Un’ottima notizia visto che il cancro è divenuto ormai il male del secolo e continua a causare milioni di vittime all’anno.