Condividi

Morire per 20 sterline. E’ accaduto alla signora Zofija Kaczan a Derby, nel Regno Unito. Lei, donna piccola e minuta sopravvissuta all’Olocausto, aveva 100 anni quando, camminando sul marciapiede vicino casa, un eroinomane le ha strappato via la borsetta gettandola violentemente a terra.

La polizia l’ha trovata riversa appoggiata ad un auto in sosta, con la testa sanguinante. Zofija non ce l’ha fatta, dopo 9 giorni dal ricovero è deceduta. “Le sue ferite erano così brutte che hanno lasciato gli agenti di polizia in lacrime” si legge sui tabloid inglesi.

L’autore del gesto è Artur Waszkiewicz, 40 anni, che avendo bisogno di comprarsi una dose di eroina, ha notato la vecchietta camminare mentre era alla guida della sua macchina. Ha così rallentato decidendo di derubarla.

Uccisa da un Tossicodipendente

Per evitare l’arresto, è poi fuggito a Londra dalla madre, tagliandosi i lunghi capelli per non essere riconosciuto. Un’impronta lasciata sulla banconota ha permesso alla polizia di identificarlo ed ora è stato arrestato.

La giuria lo ha giudicato colpevole di omicidio colposo e rapina in poco più di due ore. Le telecamere hanno poi permesso di ricostruire i fatti non lasciando spazio ad alcun dubbio su come si è svolta la tragica rapina.