Categorie
Attualità

Svolta nella Scomparsa di Mario Bozzoli: Non È Stato Bruciato nei Forni dell’Azienda dai Nipoti



Sono passati 4 anni dalla scomparsa di Mario Bozzoli a Marchino in provincia di Brescia. L’uomo, imprenditore nell’azienda di famiglia che gestiva insieme al fratello Adelio e ai figli di lui, è sparito nel nulla l’8 ottobre 2015.

Scomparsa di Mario Bozzoli

Negli ultimi tempi prima della scomparsa, è stato ricostruito che ha vissuto momenti di tensione con i nipoti per le diverse opinioni riguardo all’apertura di un nuovo stabilimento a Bedizzole. Il corpo non è stato mai ritrovato ed è stata esclusa anche l’ipotesi dell’occultamento del cadavere nei forni dell’azienda.

Proprio i nipoti Alex e Giacomo Bozzoli sono stati accusati per omicidio volontario premeditato ed occultamento di cadavere e al momento sono indagati.


In base all’ultima tesi presentata, avrebbero fatto uscire il corpo dall’azienda mettendolo in sacchi neri per le scorie. Il procuratore generale di Brescia Pierluigi Maria Dell’Osso ha dichiarato : “Non c’è stato un minimo elemento in tre anni e mezzo di indagine che possa aver fatto ipotizzare la presenza in vita di Mario Bozzoli, che è stato ucciso“.

Il processo sta facendo il suo corso e a giorni verranno ascoltati gli indagati e anche i due operai coinvolti nella brutta vicenda: l’accusa per loro è per favoreggiamento.

Lascia un commento