Condividi

Una nuova iniziativa è partita da Roma e Milano per poi arrivare fino a Napoli. I tassisti si sono messi d’accordo per fornire il loro aiuto: taxi gratis per i medici e gli infermieri, che lottano in prima linea contro il coronavirus. Nello specifico, nella città della Campania, è stata lanciata dalla cooperativa Radiotaxi Consortaxi 2222.

La cooperativa in questione ha dato la sua disponibilità nel mettere a disposizione alcuni taxi, affinché il personale sanitario dell’Ospedale Cotugno possa essere riaccompagnato a casa, dopo i lunghissimi turni. I medici e gli infermieri della struttura sanitaria stanno, infatti, lavorando continuamente sia per assistere tutti i pazienti e prestare le cure adeguate, sia per portare a termine la sperimentazione del farmaco contro il virus.

taxi coronavirus

Alcuni esponenti di Consortaxi Napoli hanno, dunque, spiegato i loro intenti.Vogliamo dare una mano ai nostri medici eroi, che stanno mettendo a rischio anche la propria salute per curare i pazienti affetti da Covid-19. Tutto andrà bene”. Poi, hanno chiarito: “Durante il periodo dell’emergenza sanitaria, la cooperativa taxi si farà carico, a proprie spese, di condurre gratuitamente gli operatori sanitari che lo vorranno, che tornano dopo una dura giornata di lavoro all’Ospedale Cotugno di Napoli, tramite i propri tassisti consorziati, senza nessun onere a carico di questi ultimi”. Come se non bastasse, hanno aggiunto. “Inoltre, proprio per venire incontro ai tassisti soci abbiamo deciso, per il mese di marzo, di annullare il pagamento del canone della radiotaxi. Un piccolo segnale di vicinanza, in un momento di grave difficoltà per il nostro settore“.

I tassisti hanno anche reso noto che hanno sanificato tutti i taxi della città di Napoli. D’altronde, questo era stato già previsto dal decreto. Pertanto, i taxi sanificati possono essere riconosciuti dall’esterno attraverso un bollino verde posto sulla portiera del passeggero.