Condividi

Un bimbo di due anni è deceduto poco dopo essere stato ricoverato in ospedale per meningite da meningococco. È successo all’ospedale Maggiore di Bologna ed ora nel nosocomio è scattata la segnalazione e la procedura per la profilassi.

Bambino di 2 Anni Muore di Meningite

La segnalazione è arrivata al dipartimento di Sanità pubblica dell’Ausl di Bologna la notte tra il 18 e il 19 gennaio, quando cioè il bambino, dopo essere giunto al pronto soccorso insieme ai genitori, è morto.

A quanto si apprende il piccolo era stato portato in ospedale venerdì poco prima di mezzogiorno perché aveva la febbre alta. I medici gli avevano diagnosticato una infiammazione alle alte vie respiratorie, e dal momento che rispondeva alla terapia di paracetamolo, lo avevano rimandato a casa. La stessa sera però il bambino era di nuovo peggiorato ed era stato portato di nuovo in ospedale. Le sue condizioni erano apparse subito molto gravi, con chiari segni di shock settico in corso.

Le terapie di supporto vitale e il trasferimento nel reparto di Rianimazione non sono bastate a salvargli la vita: il piccolo è deceduto nella notte tra il 18 e il 19 gennaio. Dalle analisi emerge “la presenza di Neisseria mengitidis, ceppo del meningococco di tipo B, confermando la diagnosi clinica di shock settico che, quando provocato da tale batterio, ha esito infausto in elevata percentuale“.

In una nota l’Ausl bolognese ha sottolineato che le misure di profilassi “secondo i protocolli internazionali e nazionali, sono scattate nei confronti degli operatori sanitari e dell’intero nucleo famigliare residente a Bologna, in tutto 34 persone“. Riguardo gli altri contatti avuti dal bimbo, è emerso che il piccolo non frequentava l’asilo né altre comunità fuori dei contatti famigliari stretti. Ulteriori accertamenti serviranno a decidere se la profilassi dovrà essere estesa ad altri soggetti che possono aver avuto contatti col bambino.