Condividi

Un triste epilogo per la giornata all’aria aperta che tutti gli studenti aspettavano con ansia: doveva trattarsi dei festeggiamenti per la Maiensässfahrt, la tradizionale salita ai pascoli sulla via della transumanza sui monti della zona da parte degli alunni all’uscita da scuola; ma purtroppo l’escursione si è in pochi istanti trasformata in tragedia.

Tragedia in Gita Scolastica in Svizzera

L’appuntamento si svolge ogni anno fin dal 1854 ed è molto sentito dalla popolazione locale. Tutte le scuole della città di Coira, comune svizzero del Cantone dei Grigioni, in Val Parghera, a fine anno scolastico prendono parte a questa gita e, una volta arrivati a destinazione, trascorrono alcune ore nella natura e poi riscendono in città dove l’intera popolazione li attende festeggiando con canti e balli.

Purtroppo però quest’anno i festeggiamenti si sono trasformati in lutto e tristezza: nel pomeriggio di giovedì, intorno alle 17, durante l’escursione, un alunno di 14 anni è scivolato precipitando giù da un burrone per diverse centinaia di metri, ed è morto sul colpo.

Gli insegnanti hanno subito allertato i soccorsi, così sul posto è intervenuto un elicottero della Rega, la Guardia aerea svizzera di soccorso, ma purtroppo ai sanitari non è restato altro da fare che constatare il decesso del ragazzo.

Dopo un volo di circa 200 metri infatti lo schianto contro le rocce non gli ha lasciato scampo. E’ stata avviata un’indagine da parte delle autorità elvetiche per cercare di ricostruire i fatti; a quanto pare comunque il ragazzo stava camminando in direzione di Hausberg Pizokel quando, all’altezza di una curva, è caduto nel vuoto a causa di un’improvvisa scivolata.

Chi è rimasto maggiormente scosso dall’accaduto sono ovviamente gli amici del ragazzino, che hanno assistito alla scena senza poter far nulla; per loro è stato quindi attivato un servizio di sostegno psicologico.