Categorie
Attualità

“Trasporti Pericolosi, Riaprire per 7 Giorni È uno Smacco”: Galli Contro La Riapertura del 9 Dicembre



Il primario dell’Ospedale Sacco di Milano si è detto contrario al ritorno delle lezioni in presenza a partire dal 9 dicembre: “Trasporti pieni e assembramenti davanti agli ingressi hanno inevitabilmente un ruolo nel contagio

Galli Contro La Riapertura
RIAPRIRE LE SCUOLE IL 9 DICEMBRE

Negli ultimi giorni pare ormai chiaro che l’intenzione del governo sia di riaprire le scuole prima possibile, la data fissata sarebbe il 9 dicembre, per un totale di due settimane circa prima della sosta natalizia. Ma è sicura una scelta del genere dopo aver superato da poco il picco della seconda ondata? Secondo il professor Massimo Galli evidentemente no, specificando che: “dopo il grande lockdown dei mesi scorsi abbiamo clamorosamente toppato il contenimento dell’infezione”. 

PER GALLI È UNO SMACCO PEGGIORE

Il primario delle malattie infettive presso l’Ospedale Sacco di Milano ha già spiegato che è proprio a causa di questa falle che la gestione della seconda ondata non è andata a buon fine, e in un’intervista rilasciata recentemente alla stampa sottolinea: “ora non possiamo certo dire che ci siano garanzie sufficienti. Riaprire troppo presto per richiudere sarebbe uno smacco ancora peggiore. Prendere un rischio di questo tipo, solo per due settimane di scuola potrebbe non valerne la pena, considerando l’alta esposizione a nuovi contagi. Galli si mostra dunque scettico riguardo l’idea di una riapertura a breve sarebbe un problema principalmente per: “Trasporti pieni e assembramenti davanti agli ingressi hanno inevitabilmente un ruolo nel contagio”.


LEGGI ANCHE: Il Governo Ha Deciso: Idea Riapertura 9 Dicembre

Nel frattempo, il presidente dell’Associazione dei Presidi Antonello Gianelli lancia l’appello: “Servono più mezzi e più autisti e integrare sistema pubblico con i privati”, aggiungendo inoltre che: “in alcune scuole manca ancora il 30% degli insegnanti”.

MINISTRI VOGLIONO RIAPRIRE SUBITO 

Ormai però il governo, a partire dal ministro dell’istruzione Lucia Azzolina e della Salute Roberto Speranza sembra ormai avviato il progetto di riapertura per dicembre. “Faremo il possibile per riaprire le scuole a dicembre. Dobbiamo vedere il quadro epidemiologico, valutandolo giorno per giorno, ma le scuole sono e restano una priorità assoluta per il governo”. Ha spiegato nei giorni scorsi Speranza.