Condividi

Elisabetta Piras, Morena Lorenzini e Annalisa Cileo sono tre maestre di una scuola elementare di Bari, la Don Orione – plesso di Viale Japigia, che oltre alla mente pensano anche al benessere fisico dei propri alunni.

Chilometro al Giorno di Camminata
fonte: bari.repubblica.it

Hanno infatti lanciato il progetto “Un chilometro al giorno“, che si basa su una camminata di mille metri al giorno (come minimo) durante l’orario scolastico. Che ci sia il sole o meno la tabella di marcia è la seguente: lunedì e martedì passeggiata a Japigia con i genitori, mercoledì e giovedì escursione in giardino, venerdì pomeriggio in giro per le strade del quartiere, a volte verso il mare o i parchi.

L’attività si sposta al chiuso solo in rari casi, affermano le insegnanti: “Il calendario sarà rispettato in tutte le stagioni. Se proprio dovesse diluviare, potremmo optare per la palestra, ma davvero in casi eccezionali“. Anche il cortile della scuola si sposa con questa filosofia di vita, dal momento che è pieno di fiori ed ortaggi. In questo modo i bambini possono fare esperienza diretta con la natura e allo stesso tempo apprendere più rapidamente.

Dice Elisabetta Piras: “Ci sono materie, come l’educazione civica, la matematica, la poesia, l’arte, la geometria, che si apprendono meglio all’aperto perché i bimbi memorizzano di più e non dimenticano“. Senza contare che facendo del moto si scongiurano tutti i danni che derivano dalla sedentarietà. La Puglia infatti è la sesta regione in Italia per bambini in sovrappeso e il rapporto “Okkio alla salute” del 2016, ha rilevato che qui il 35% dei bambini ha un peso superiore a quello consigliato.

Oltre che a giovare alla salute fisica, queste passeggiate sono d’aiuto anche ai bambini con bisogni speciali. E ora le docenti lanciano una sfida: “La sperimentazione parte da due classi di seconda elementare, con una ventina di alunni ciascuna. Saremo molto felici di vederla estesa ad altre classi e, perché no, ad altre scuole. Siamo certe che servirà anche a sensibilizzare il quartiere Japigia, in cui quasi tutti si muovono in macchina sui vialoni, spesso ad alta velocità“.