Condividi

Tre parole a caso. Sicuramente questo avrai pensato quando hai letto il titolo dell’articolo.

Ok per quaderno e penna, alleati da tempi remoti… Ma il microonde, cosa c’entra?!

Forse sarebbe stato opportuno considerare un tablet, un portatile, o qualsiasi cosa che permettesse ad uno studente di ritrovarsi in formato digitale, come un pdf o un’immagine, tutti gli appunti presi durante la lezione sul proprio smartphone o tablet!

Sì, ma il forno?!

quaderno penna microonde

Quindi consideriamo una cosa: scrivi, scarabocchi, appunti su un quaderno, lanci un app, visualizzi la pagina con lo smartphone (non scattando la foto, ma semplicemente visualizzando il foglio del quaderno) e automaticamente quella stessa pagina su cui hai preso appunti o improvvisato la caricatura di un prof o di un compagno di classe viene trasportata nella tua cartella Dropbox o Google Drive, per email, o altro ancora! Basta apporre un segno in uno dei 7 simboli che rappresentano le varie app in cui inviare i propri appunti.

Ma poi? Quanti quaderni bisognerà acquistare?

E comunque, il forno a cosa diamine c’entra?

Non ci crederai ma basterà solo un quaderno! Perché il Rocketbook, così è stato chiamato, puoi usarlo quante volte vuoi perché, quando avrai finito le pagine, ti basterà tenerlo 30 secondi nel… forno a microonde e verrà restituito come nuovo con le pagine intonse e pronto per un nuovo utilizzo.

Attenzione a non confonderlo con il pollo.

Se non credi a quanto letto, guarda il video!