Condividi

In questa settimana, la diffusione del coronavirus ha iniziato a colpire tutti gli Stati del mondo. Progressivamente, i vari Capi di Stato hanno iniziato ad annunciare lo stato di pandemia e a imporre una serie di misure restrittive, come accaduto in Italia. Negli Stati Uniti, i cittadini hanno reagito in due differenti modi. Da un lato, c’è stato chi ha iniziato a lottare – letteralmente – all’interno dei supermercati per accaparrarsi la carta igienica.

Dall’altro, vi è stato, invece, chi ha fatto enorme file al di fuori dei negozi di vendita di armi. In Australia, la situazione è stata vissuta in un modo ancora diverso. I cittadini, infatti, hanno iniziato a saccheggiare i supermercati, con la paura di una possibile chiusura. Ed è proprio qui che è stata ritratta l‘anziana signora, intenta a guardare gli scaffali vuoti.

scaffali vuoti australia

La triste storia arriva da Melbourne ed è stata raccontata dal giornalista locale Seb Costello. Attraverso un post su Twitter, ha diffuso una foto dell’anziana, che mostrava un certo sconforto nel notare come tutti gli scaffali fossero totalmente vuoti. Dopo aver realizzato ciò e, probabilmente, con la paura di dover tornare a casa a mani vuote, è scoppiata a piangere.

Il giornalista australiano ha scritto: “Questo scatto ci fa ben intendere chi davvero soffre questa inutile tendenza all’acquisto dettata dal panico. I clienti spaventati dal Coles hanno acquistato anche articoli natalizi in mezzo alla pandemia da coronavirus“.

Immediatamente, la foto, che esprime in pieno la problematicità della situazione, è diventata virale. In poco tempo, è stata invasa da molteplici commenti, che si sono schierati dalla parte dell’anziana. Un utente di Twitter, per esempio, ha dichiarato: “Ho il cuore a pezzi. Gli anziani hanno già dato alla società. Perché non ci prendiamo cura di loro? Sarebbe così facile. Per favore, prendiamoci cura delle persone più vulnerabili”.