Condividi

Siete in possesso delle 10 competenze del docente moderno? Come la maggior parte delle professioni di oggi, ci sono grandi sviluppi nel campo dell’insegnamento che vengono orientati dai cambiamenti sociali e tecnologici. Mantenere aggiornate queste skills sarà decisivo per garantire agli alunni una preparazione adeguata ed innovativa. Le competenze necessarie per essere un gran docente sono cambiate; gli insegnanti moderni devono essere competenti in nuove abilità sconosciute ai loro predecessori. Dunque, ecco spiegate quali sono le

 

10 COMPETENZE DEL DOCENTE MODERNO

 

10 competenze del docente moderno slider

 

CAPACITÀ DI INSEGNAMENTO CLASSICHE

Queste prime 6 competenze del docente didattiche (colorate in rosso nell’immagine) non sono nuove, ma la loro importanza è aumentata in modo significativo per l’insegnante moderno.

 

#1 IMPEGNATO: è essenziale che l’insegnante sia impegnato nel suo lavoro e attento alla formazione degli studenti. La responsabilità che ha nelle mani è enorme, quindi un insegnante moderno deve essere sempre consapevole di questo ed essere realmente impegnato nella sua professione.

 

#2 PREPARATO: nel passato avere un carattere forte ed una personalità decisa era sufficiente per essere ritenuto un buon insegnante. Ora è inimmaginabile pensare ad un docente senza preparazione accademica elevata. Più un insegnante è preparato e maggiori vantaggi avranno i fortunati studenti che potranno godere della sua docenza. Sarà un grande vantaggio per l’intera società.

 

#3 ORGANIZZATO: buona organizzazione e lesson plan preparata in anticipo sono fattori chiave per il successo. È molto importante che l’insegnante organizzi correttamente la lezione in modo da sfruttare al massimo il tempo a disposizione. Gli studenti riescono a valutare la scarsa organizzazione di un insegnante da un chilometro di distanza: e come potranno mai impegnarsi davanti ad un docente così?!

 

#4 TOLLERANTE: in una società sempre più diversificata e multiculturale, l’insegnante moderno deve trattare tutti allo stesso modo, senza mostrar favoritismi, per prevenire fastidiosi pregiudizi. È un’abilità molto importante non imporre la propria visione del mondo sul vissuto dei propri studenti ma incitarli a confrontarsi per discutere apertamente su qualsiasi visione della società.

 

#5 RACCONTA-STORIE (StoryTelling): uno dei modi migliori per insegnare e trasferire le idee è attraverso il racconto di una storia. I migliori insegnanti hanno usato questo metodo per anni nelle loro classi. Spiegare una lezione utilizzando la tecnica dello StoryTelling è una fantastica abilità di insegnamento da sviluppare in qualsiasi momento. Il racconto di una storia favorisce un maggior coinvolgimento e collaborazione da parte dell’alunno: le migliori storie affascinano e attivano negli studenti il desiderio di parteciparvi attivamente.

 

#6 APERTO A DOMANDE: dibattiti ed attività collaborative in classe sono essenziali al fine di incoraggiare gli studenti ad ottenere le migliori competenze. L’insegnante moderno deve essere aperto a rispondere a qualsiasi tipo di domanda che il singolo o il gruppo pone. Risposte superficiali o insufficienti non bastano. Di fronte ad un quesito complesso, la cui risposta non può essere immediata poiché richiede una conoscenza più approfondita dell’argomento, prendere del tempo e ricorrere all’illimitata fonte di informazioni che internet offre può essere un ottimo stratagemma per garantire all’alunno la risposta perfetta!

 

CAPACITÀ DI INSEGNAMENTO MODERNE

 

Queste nuove competenze del docente didattiche completano quelle più tradizionali. Sono quelle colorate in blu nell’immagine. Incorporandole nel vostro repertorio di abilità da docente vi permetteranno di fare un salto di qualità e di diventare un docente moderno.

 

#7 INNOVATIVO: l’insegnante moderno deve essere predisposto a provare ed usare cose nuove: sia nelle competenze ed applicazioni didattiche sia negli strumenti e dispositivi tecnologici. L’insegnante moderno deve essere un Early-Adopter (colui che inizia ad usare uno strumento non appena disponibile).

 

#8 ANIMATORE DIGITALE: l’insegnante moderno non solo deve essere innovativo, ma deve accettare di buon grado ed essere entusiasta di fronte alle nuove tecnologie. Che si tratti di tablet, LIM, notebook o qualsiasi altra forma di accessorio 2.0, il docente moderno deve essere sempre alla ricerca del migliore strumento da introdurre in classe!

 

#9 SOCIAL: come detto anche prima, una delle competenze tradizionali del docente è l’apertura alle domande. Il docente moderno dovrebbe riuscire a portare queste discussioni anche in ambiente social, come Facebook, Twitter o altri, creati appositamente per il mondo della scuola.

 

#10 ESPERTO DEL WEB: internet è la più grande fonte di conoscenza che l’umanità abbia mai conosciuto. Sviluppare l’abilità di saper individuare le informazioni necessarie o l’aggiornamento adatto per organizzare al meglio la propria lezione è un elemento chiave dell’insegnante moderno. Fidatevi, gli studenti hanno grandi predisposizioni alla cultura digitale e potrebbero trovare informazioni anche prima di voi. Collaborare da questo punto di vista potrebbe essere assai produttivo, in classe ed online!

 

Qual è la vostra competenza preferita? Ne avete delle altre non elencate?

16 Commenti

  1. Ci sono due cose che non tornano. la prima che dovrebbe esserci una indicazione centrale che dia un orientamento generale sulla scuola nel suo complesso per dare uniformità al modo di approcciare il lavoro in classe in modo che non si proceda in ordine sparso e si lavori in modo organico e coerente nel sistema. Questo vuol dire incontri reali in cui vengano messi in atto moralità con cui applicare in modo costruttivo e non nuovista le tecnologie. E poi un incentivo. Se io devo mettere in atto nuove capacità non posso essere trattato economicamente come prima. Posso sottopormi a verifiche in classe se ho sviluppato nuove modalità di insegnamento se a questo corrisponde un miglioramento nella mia situazione sociale ed economica.

    • sono d’accordissimo sul fatto” posso sottopormi a verifiche in classe se ho sviluppato nuove modalità di insegnamento se a questo corrisponde un miglioramento nella mia situazione sociale ed economica.Sopratutto se la scuola rimane come strutture all’epoca di Mussolini.

  2. sono d’accordo, ma aggiungerei anche un altra qualità che dovrebbe avere il docente: essere attento ai suoi studenti come ‘persone’ oltre che studenti, riconoscere i bisogni di ciascuno, saper ascoltare otre che parlare. Questa abilità è importante anche per ‘essere un esempio da seguire ‘ per gli studenti che, qualunque mestiere faranno domani, dovranno ricordarsi che davanti a loro ci sono persone, non numeri o pedine da spostare…. in un mondo dove tutto è ‘guadagno’ questo è un valore importante da trasmettere.
    Inoltre l’insegnante deve essere un buon mediatore, tra gli studenti delle stessa classe e anche con altri mondi esterni

  3. Queste competenze e aggiungerei “resiliente” contro i colpi degli ultimi governi, delle continue riforme insensate che hanno come unico scopo quello di tagliare fondi alla cultura e all’istruzione, di certa opinione pubblica che ignora il carico mentale psicologico e anche fisico che ci prendiamo responsabilmente sulle spalle. Ai docenti “indecenti” o “in docenti” come li definisce saggiamente un noto scrittore e collega, mando un augurio di pessime vacanze. Con tutto il cuore!

  4. Le moderne capacità di insegnamento senza le classiche non hanno alcun valore, le classiche sono fondanti e bastano a se stesse anche in mancanza di tecnologie avanzate.

  5. Insegno inglese da 18 anni in una scuola militare italiana che, non solo a mio parere, è all’avanguardia nell’utilizzo delle nuove tecnologie applicate alla didattica delle lingue. Più che sulla tecnica dello Story Telling, metterei l’accento sul metodo di insegnamento induttivo, che porta il discente a comprendere un concetto, una regola grammaticale ecc. attraverso il ragionamento e il pensiero attivo. Inoltre, ciò che insegniamo deve avere una forte attinenza con la vita reale dello studente allo scopo di sollecitare la sua motivazione. Questi sono i concetti che ho evidenziato in una mia recente presentazione che ho fatto a favore di alcuni docenti neoassunti di scuole che collaborano con quella in cui lavoro. Ho postato su YouTube il video della prima parte. Questo è il link:

    https://www.youtube.com/watch?v=_qj7mOuTVKY

    Riguardo al discorso della propensione digitale, in linea di massima sono d’accordo ma farei molta attenzione a non diventare schiavi della VELOCITA’ a cui la tecnologia ci sta abituando. Quando si apprende è importante RALLENTARE perché l’acquisizione di conoscenze e competenze necessita di tempi piuttosto lunghi. Per questo, accanto ai tablet, ha ancora senso usare carta e penna in classe.

  6. Aggiungerei, la capacità di catalizzare l’attenzione e tenere alto il livello di concentrazione, con un attento ASCOLTO ATTIVO…da parte dei discenti, e perché no!? …L’EMPATIA, dote fondamentale per essere un buon insegnante…

  7. Capacità di creare un clima di “relazioni”ed essere disponibile lui stesso ad essere in relazione con i propri allievi. Corsi come il regista in un contesto in cui predisporre strumenti ambiente e situazioni perché gli allievi apprendano Nessuno insegna a nessuno ma “si impara insieme”

LASCIA UN COMMENTO