Categorie
Attualità

Coppia Uccisa a Lecce, il Killer Voleva Ucciderli e Bollirli. Ma dal Carcere: “Ho Sbagliato, Sono Pentito”



Antonio De Marco ha confessato l’omicidio di Eleonora Manta e Daniele De Santis, escluso il movente personale.

Antonio De Marco, studente 21enne di scienze infermieristiche avrebbe confessato ai carabinieri : “Ho fatto una cavolata. So di aver sbagliato. Li ho uccisi perché erano troppi felici e per questo mi è montata la rabbia”

Escluso quindi il movente personale nel caso dell’omicidio dei fidanzati Daniele De Santis ed Eleonora Manta, assassinati a Lecce lo scorso 21 settembre nel loro appartamento. Nessuna questione passionale, il giovane aveva convissuto per un certo periodo assieme alla coppia, poi su richiesta di De Santis aveva abbandonato l’abitazione ma non si erano verificati dissidi.


Da quel momento Antonio avrebbe iniziato a progettare l’omicidio fomentato dall’odio verso la loro apparente felicità, tenendo con sé una copia delle chiavi di casa, a luglio aveva pubblicato un post sulla vendetta nel suo profilo Facebook.

Il 21 settembre scorso il ragazzo è entrato nell’appartamento di via Montello mentre la coppia stava cenando, avrebbe subito pugnato Daniele con un pugnale da caccia acquistato recentemente. Aveva portato con se anche delle fascette stringitubo con cui forse voleva immobilizzare i due per torturarli, alla fine ha solo dato sfogo alla sua rabbia e ha colpito i due giovani ripetutamente con il fendente senza alcuna pietà nonostante le richieste di placarsi.

“De Marco sta cercando di rappresentare se stesso come un serial killer, un mostro che voleva torturare e ‘bollire’ con acqua calda e soda le sue vittime, ma al momento l’etichetta di seriale sembra non adattarglisi.” A Fanpage.it Isabel Martina, criminologa leccese, commenta le prime indiscrezioni trapelate dopo l’arresto dell’aspirante infermiere che ha ucciso Eleonora Manta e Daniele De Santis.

Lascia un commento