Categorie
Benessere a Scuola

Riprendiamoci La Didattica, Riprendiamoci La Dignità

Mentre mi trovavo a nuotare in un mare di carte, di anno in anno più farraginose e inutili, mi sono chiesta, prendendo a prestito la saggezza antica, cui prodest? A chi giova? Non certo ai nostri ragazzi, il bene più prezioso secondo me, la vera forza “che move il sole e l’altre stelle” e ti […]

Categorie
Parole degli Insegnanti

La Scuola della Burocrazia che Sfianca e Sfinisce

La scuola della burocrazia che sfianca e sfinisce, la scuola delle mille responsabilità, dei verbalizzatori e dei gendarmi. È ormai acclarato che le istituzioni educative si stiano svuotando di contenuti, sempre più lontane dalla loro funzione originaria, ossia quella formativa. Ripenso a me bambina, sul finire degli anni ottanta, in un mattino frizzante di primavera. […]

Categorie
Attualità

Basterebbe Riconoscere Tutto il Lavoro Sommerso di un Insegnante

Si fa presto a dire fannulloni, privilegiati, tre-mesi-di-vacanza (magari: ormai non più, da tempo). Confesso di averlo pensato anch’io, da alunna, quando i professori mi sembravano creature ineffabili, nella visione di un’adolescente ribelle, studentessa eccellente, che tuttavia odiava la scuola. Me li immaginavo, al sole della mia città, al mare, in bicicletta, a passeggio, allo […]

Categorie
Scuola Digitale

D’Un Tratto mi Sono Trovata a Pensare che il Nativo Digitale Debba Ancora Nascere

Me ne sono convinta un giorno in cui i miei ventinove virgulti dodicenni e io, esasperati da un’aula informatica simile a un lazzaretto, abbiamo deciso di darci al BYOD. Se mai non bastassero gli acronimi  nostrani a rallegrarci con PTOF RAV BES PDM et similia, ne abbiamo rubato uno di marca anglosassone. Bring Your Own […]

Categorie
Studenti Coinvolti

L’Importanza di Ridere con gli Alunni: Credo di Averlo Scoperto in un Plumbeo Mattino di Dicembre

Di quelli in cui sei costretta a correre più del solito, con un traffico rabbioso, sul filo dei minuti. Cinquanta chilometri ti separano da quella prima ora. Le sette e quaranta, di battistiana memoria, ti fanno un baffo: magari avessi preso un treno! Invece no, sei alla guida, le mani scorrono sul volante intorpidite e […]